domenica 22 dicembre 2013

Il Natale a casa mia



Ho voglia di rallegrarmi un po' e nulla è in grado di farlo come il mio Natale, mi scuso se ogni tanto salta una lettera, ma il mio gattone Simba alias Bombo, ha preso il vizio di dormire nella tastiera del pc e visto il suo docile peso, i tastini sono un po' incassonati. 
Torniamo al Natale.
Da quando mia madre è andata via, è diventato un vero spettacolo. Casa mia è bruttissima, è piccola, i muri sono rovinati, mio padre ha attaccato attaccapanni per tutto l'ingresso, in cucina ci sono ben due letti, insomma... un disastro... ma il calore che c'è, quello di famiglia e fesitività, abbellisce tutto e copre un po' tutto il resto. E' l'unica cosa che non manca a questa famiglia. La complicità natalizia. 
L'otto io G, A e quest'anno anche R, mettiamo nello stereo un cd di sole canzoni natalizie e accompagnati dalla musica cominciamo ad allestire casa. La carta da regalo la stendiamo nella parete come sfondo per l'albero e il presepe, che hanno più anni di noi, ma si mantengono comunque bene,  e ci facciamo sempre tante risate per le palle che volano ovunque, le caprette che non vogliono reggersi. Poi appendiamo la ghirlanda sulla porta, vari addobbi sulle pareti, anche in sala da pranzo. Quest'anno io e G abbiamo anche fatto dei disegni nuovi per riempire la parete. 
Poi abbiamo le nostre regole, dall'8 dicembre si può iniziare a fare regali, quindi nessuno deve più comprarsi nulla per se stesso, perchè ci sarebbe il rischio di trovarsi un regalo doppio e allora iniziano i giri infiniti per negozi, la paura di lasciarsi sfuggire una frase, le ricerche di scatole che camuffino le forme degli oggetti cosi che resti il totale mistero, poi finito di incartare guardiamo dappertutto per essere sicuri che scontrini cartellini, buste con il marchio del negozio siano sparite. Minacciamo persino i negozianti ! Mi spiego, se entro in un negozio molto frequentato da mio fratello per prendergli il gioco che ps che vuole, avviso immediatamente il negoziante, che deve fare come se non mi avesse mai vista. Il bello è che collaborano e comprendono e fa piacere. Stiamo attenti alle parole che diciamo per proteggere il segreto dei regali  fino al mattino del 25. Ed è bello giorno per giorno vedere come l'albero si riempie, si circonda di tanti pacchi colorati che alla fin fine contengono gesti d'amore, indipendentemente dall'oggetto che c'è, c'è molto di più, c'è impegno, volontà, passione, voglia di rendere felice la persona a cui vuoi bene, c'è la dimostrazione che sai cosa gli piace, oppure cosa gli serve. 
Il 25 al mattino presto, ci sediamo intorno all'albero e a turno ci scambiamo i regali ed è bello vedere mio fratello o mia sorella o il mio ragazzo, che imbarazzati, scartano e poi appena vedono un loro sogno avverarsi spalancano gli occhi felici e urlano un miliardo di grazie. 
E' bello anche per me scoprire cosa hanno pensato gli altri di donarmi, l'idea che hanno speso il tempo, il denaro, la fantasia, per me, mi riempie il cuore. 
Al mattino mio padre dorme, e solo dopo di noi un po' mezzo intontito apre il suo regalo si finge qualche minuto contento, ma noi sappiamo già che prima o poi ci troverà un difetto... ma non ci importa. 
Il 24, la sera, prepariamo cose semplici siciliane, solo arancini, calzoni, salatini e poi mangiamo il panettone che porta mio fratello dalla pasticceria dove lavora. Giochiamo a carte o a buzz, mio padre ed io a quest'ultimo gioco non ne sappiamo nemmeno una, schiacchiamo il telecomando a casaccio, e se la sorte gira bene poi facciamo pure i fenomeni XD 
Il 25 il pranzo lo prepariamo io e G, un menu studiato dall'antipasto al dolce, curato nei minimi dettagli. 
Mi piace, perchè è ancora una sorpresa per gli altri, ed è come prendersi cura ancora della mia famiglia. 
Peccato che dopo ogni pasto e tanti sorrisi, io resterò sola a vomitare chiusa in bagno, ma non voglio pensarci, niente rovinerà il mio Natale. 
Nemmeno questa depressione che mi si è attaccata addosso. 
Nemmeno i problemi con R. 
Io ignorerò tutto e tutti e fingerò perchè voglio essere felice. 
Buone feste.  

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Tu non sei ne la tua depressione, ne la tua anoressia...tu sei proprio questo una donna che come una bambina e' riuscita a conservare la bellezza del Natale, nessuno di questi tempi ci riesce. Che tutti i tuoi sogni si realizzino, un bacio e buon Natale!Giulia

edie ha detto...

chiara ti stirngo fortissimo. mi dispiace da morire per quello che stai passando. ti voglio bene.
laura

Anonimo ha detto...

Chiara ti auguro tanta serenità

Anonimo ha detto...

Salve ciao sono felice di aver trovato finalmente un blog aperto,mi scuso in anticipo x il commento anonimo ma nn ho un account..
Mi chiamo ljnda ho 14 anni sn 1.69 x 43kg voglio arrivare a 40 abbiamo lo stesso obbiettivo x favore qnd hai tempo potresti dirmi cm raggiungerlo nn ce la faccio più. A sentirmi così grassa help spero ke risponderai...cmq anch'io ho 3 gatti in "sovrappeso"x nn dire obesi...sn dolcissimi e si chiamano Sacha roy e mush.

Anonimo ha detto...

CIAO.MI CHIAMO FRANCESCA.HO LETTO CASUALMENTE IL TUO BLOG E SE QUALCHE VOLTA NON SAI CON CHI PARLARE E VUOI SFOGARTI CON QUALCUNO SCRIVIMI PURE AL MIO INDIRIZZO E MAIL
FRANCYGG70@YAHOO.IT
CIAO

Anonimo ha detto...

CIAO.MI CHIAMO FRANCESCA.HO LETTO CASUALMENTE IL TUO BLOG E SE QUALCHE VOLTA NON SAI CON CHI PARLARE E VUOI SFOGARTI CON QUALCUNO SCRIVIMI PURE AL MIO INDIRIZZO E MAIL
FRANCYGG70@YAHOO.IT
CIAO

Alice A ha detto...

ciao, da oggi ti seguo, in realtà è da un po' che leggo il tuo blog, ma non ho mai avuto il coraggio di scriverti. ti ammiro molto per la tua tenacia.

Miss Meta ha detto...

ciao Rox,
sono tornata....e se vorrai sarò qui con te :)
la vediamo molto simile riguardo al Natale....
eh vabeh!
è passato...anno nuovo vita nuova!
ho dato un'occhiata ai blog delle altre....blogger sembra morto!
restano sempre le solite eh....ovvio che poi siamo come uan famiglia!
ciao un bacio
Meta