giovedì 12 settembre 2013

44.1 kg

Ciao ragazze, oggi vorrei sfogarmi un po'... Il peso centra poco, riguarda la mia storia con R.
Ormai un anno è passato, il secondo da quando stiamo insieme e le cose non si sono affatto messe apposto tra di noi. Non facciamo più l'amore, ed è colpa mia, perchè anche se ho provato a perdonarlo, non ci sono riuscita. Resto chiusa in me stessa, e i suoi piccoli errori quotidiani non fanno che accrescere in me la certezza che non siamo giusti l'uno per l'altra.
Tutti mi dicono - Si vede che ti ama , che ci tiene a te - e io questo lo so, ne ho la certezza assoluta, è il motivo per cui gli ho sempre perdonato tutto. Ma so anche che lui con il suo carattere non riesce a farmi sentire sostenuta, perchè da solo non arriva a capire certe cose e  anche quando allora annullo il mio desiderio di essere capita senza dovermi spiegare, lui non capisce lo stesso... e io mi stanco.
Lui guarda solo la superficie delle cose. Se per un mese non litighiamo, io gli sorrido, non tengo il muso, ma a fatti non ci baciamo, non ci abbracciamo, non facciamo l'amore, va comunque tutto bene.
Inoltre non è mai diretto nelle cose, storpia la verità. Stiamo parlando sempre di cazzate, ma dopo un anno, tutti i giorni diventano pesanti. Lo trovo a letto che dorme, quando torno dopo la doccia o dopo aver vomitato, magari mi sente arrivare sgrana gli occhi gli dico - Stavi dormendo? - e lui - No! Stavo riposando gli occhi, ma non stavo dormendo -. Lui pensa che io mi arrabbio perchè dorme e invece io sono arrabbiata perchè mi dice di no, quando ha la faccia e gli occhi rossi, la bava alla bocca e l'ho pure sentito russare.
Se vuol fare qualcosa non mi dice - Amore ho voglia di fare questo - chiede sempre a me cosa va di fare. E' carino ok, ma vorrei che pensasse anche a se.
Poi, io non riesco più a fare l'amore con lui, mi blocco, divento rigida, gli ho sempre detto di provarci, senza farmi troppe domande, perchè mi agito solo di più, magari gli dirò no comunque, ma se non fa le domande c'è una speranza, se si mette a parlare al cento per cento nn facciamo più nulla.
Stanotte esordisce così - Il pancino va meglio? -.
- Si un po' - dico io.
- Ho notato che tossisci anche meno - ( la mia bronchite non ci permetteva di fare l'amore, se lui fosse stato dentro di me, e io avessi tossito, la contrazione gli avrebbe rotto il gioiello).
- Si un po' meno - ho detto.
- Allora c'è qualche possibilità -.
A questo punto mi irrito.
- Non ho voglia - dico. Che avrei dovuto dire ? " Secondo il calcolo delle probabilità c'è un tot percento di riuscita ? " .
- Ma nemmeno se ti scaldo un po? - .
A questo punto mi incazzo.
- No, lasciami in pace -. Che avrei dovuto dire? Aprire le gambe " Toh prova!".
Fallo e basta.
Ma non è solo questo.
R quando andava a scuola e la stava mollando, io ho fatto di tutto per farlo tornare tra i banchi, per non fargli perdere di vista il suo obbiettivo, lui invece quando mi ha vista smettere di studiare non ha in nessun modo provato a incitarmi, non ha nemmeno mai preso l'argomento.
E poi con la mia dieta, io lo so che sto facendo una cosa sbagliata, ma lui non mi ha mai chiesto - Perchè lo fai? -. Continua ogni giorno a dirmi - Brava ce la farai - a incoraggiarmi.
Incoraggiarmi per portarmi al fosso?
Non voglio essere fatta prediche perchè non le sopporto, ma preferisco il silenzio di mio fratello, che è contrario ma sa che dirmelo che non serve, ma almeno è contrario. R è d'accordo con qualsiasi cosa che mi faccia felice, perchè ciò che dico io è sempre giusto.
E se io volessi scendere ancora giu? Io sono certa che finchè avrei una scusa buona per i miei malori che proteggesse l'anoressia, lui continuerebbe ad appoggiarmi a dirmi sei bellissima.
Non voglio che stia preoccupato per me, o che mi stia addosso come mia sorella, anche perchè lo so che lui non si disinteressa di me, ma non mi contraddirebbe mai, perchè teme che mi arrabbierei, allora non contraddirmi, ma perchè mi inciti? Perchè io dico che è giusto? Perchè mi vedi che sorrido felice?
E se per essere felice dovessi farmi un buco in vena mi inciteresti ugualmente?
Perchè non mi hai mai chiesto di fermarmi? Perchè non mi hai mai detto - Perchè lo fai? -.
L'ho convinto che non sono malata e mi ha creduta.
Altra cosa...
Ogni volta che si va a mangiare fuori, si esagera e io vomito, nell'anno passato le volte fuori erano diventate tante e io vomitato ogni giorno, e ormai questa cosa è così normale in casa mia, che sembra quasi che io non soffra o non stia male fisicamente nel farlo.
Io tantissime volte ho cercato di dire il mio no per andare a mangiare fuori, attaccandomi alla scusa dei soldi, poi magari dicevo - Non voglio ingrassare - e mi sono sentita rispondere - Ma non sei mai ingrassata -.
- Si ma sto male, devo vomitare -. Ho dovuto dirlo io.
Poi hanno sempre vinto loro. Perchè io odio fare la guastafeste.
Allora con il passare dei mesi, visto che R non si rendeva conto, con la mia solita delusione, mi sono arresa a parlare io - R, per favore, non farmi fare la guastafeste da sola, mi sentirei in colpa, quando esce il discorso di uscire a mangiare fuori, di anche tu di no -.
- Ma non riesco a dirti di non mangiare -.
- Ma non ti sto dicendo di dirmi così - dico io - però quando mi senti dire no appoggiami, perchè anche se ci divertiamo, poi sono io che vomito quando torniamo -.
- Hai ragione amore, sono stato un cretino, scusami ecc...-.
Arriva il momento in cui esce la proposta di mangiare fuori, io rispondo - No, non abbiamo soldi -.
E lui che fa? Borbotta sotto voce - In realtà i soldi ci sarebbero - ed ecco che mi cadono i coglioni.
E nei mesi le frasi - Tanto non sei mai ingrassata ecc...-.
Ieri sera stessa storia, non volevo andare a mangiare fuori, G, mio fratello voleva andare a tutti i costi, ho anche detto più volte - Non ho voglia di vomitare, è stancante -.
Ma non mi ha ascoltata nessuno, ed ecco che mi trovo sola contro loro due ed R sa quanto mi costi dire di no a mio fratello, e alla fine cedo io.
Anche oggi gli ho detto questa cosa e mi ha fatto la solita promessa.
Ma io non ci credo più.
Da mio fratello G lo accetto perchè lui non esce molto, se non per andare nei ristoranti che invece gli piace tanto,e  perchè anche io prima di diventare anoressica, avevo il suo attaccamento viscerale al cibo, era una coccola, un divertimento.
Ma R non è cosi, ieri sera in frigo c'era anche il suo piatto preferito, lui se usciamo si diverte anche a fare altro, lui non ama nemmeno il cinese, se si tratta di andare a mangiare la pizza so che è strafelice, ma se si va al cinese, so che ciò che gli piace è molto più ridotto, e allora perchè insistere?
Gli ho anche detto - Se non vuoi pensare alla mia salute, visto che sembra che per voi io sparisco per un ora e basta, ma in realtà io in quell'ora sto sboccando l'anima, fallo per noi -. Infatti se andiamo a mangiare alle otto, per le nove e mezza siamo a casa, io finisco di vomitare alle dieci e mezza e prima che mi riprendo sono già le undici, tutto tempo che potevamo stare insieme. E poi capirai che voglia ho di fare sesso, con l'acido che fa su e giù e con la rabbia di sapere che nessuno ha fatto niente per evitare che accadesse.
Devo imparare a impormi io, questo lo so, ma fa male sapere che hai chiesto aiuto e non ti è stato dato.
Non so più che fare con lui.
Rox

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao roxana, ho letto il tuo blog è ho visto che ana è con te o meglio, ti ha sotto il suo controllo. Una volta teneva sotto controllo anche me ma io sono stata più forte di lei. Mi ha tenuto sotto il suo controllo per poco, 6 mesi e tre mesi dopo, quando pensavo di averla abbandonata, lei ha di nuovo preso il controllo su di me, sulla mia vita rendendola un enorme ossessione per ogni cosa riguardasse il cibo e il peso. È durato ancora un mese circa ma poi l' ho abbandonata, ho preso io il controllo! Da lì la mia vita è cambiata in meglio, l' apprezzo di più, mangio normalmente e mi piaccio! Inoltre sono felicissima e mi relaziono meglio con gli altri. So che mi odierai però spero che anche tu riuscirai ad avere la meglio su ana e a combatterla. Ci sono passata anch' io e so cosa stai passando, ti senti potente, ma non lo sei e non lo sarai finche non lasci ana, non la combatti e la sconfiggi. Spero che leggerai ciò che ho scritto e ci rifletterai sopra fino a capire che ho ragione. Ti auguro di riuscire ad uscire da questa malattia prima che lei ti porti via. Vuole portarti via e rendere triste chi ti vuole bene e se non farai qualcosa riuscirà nel suo intento. Non permetterglielo perfavore. Sei una ragazza bellissima e speciale, al contrario di ana.
So che forse ciò che ho scritto non servirà a farti cambiare idea però almeno ti ho avvisata, come avranno già fatto, e mi sono sfogata rivelando che ana è un mostro, una malattia che ti vuole portar via per sempre. Grazie tante se hai letto.
P.s. Io ho solo 13 anni e se ho sconfitgo io ana tu che sei più matura dovresti fare altrettanto. T.v.b. Anche se non ti conosco<3

Roxana ha detto...

Ciao,
io non ti odio x quello che mi scrivi, apprezzo questi commenti, perchè sono di persone sane,non mi da fastidio chi mi dice queste cose, le penso anche io, e poi i tuoi modi sono gentili, non sei entrata qui scrivendo - Pazza spero che muori ecc... - come molti altri, so che chi mi appoggia sta male tanto quanto sto male io, so che tutto questo è sbagliato, non mi sento potente, mi sento totalmente sottomessa, ma sono tante altre le cose a cui sono sottomessa, questa almeno mi da piacere, come le droghe, o le sigarette, fanno male, e uno lo sa già dalla prima volta...
Ma non sento la voglia di uscirne.
Ti ringrazio e mi complimento con te per la forza che hai avuto alla tua tenera età, non farti prendere mai più.
Un bacio
Rox

Les Ana ha detto...

@Anonimo leggevo quello che hai scritto, e pensavo "meraviglioso, ora le chiedo come ha fatto", poi ho visto che hai 13 anni...io ne ho 10 in più.
Eppure quella matura sei tu!
anche io ci son dentro da poco, anzi, ho un BMI<16 da un mesetto...insomma, diciamo che sono solo borderline!
Ma ora, se sei tornata ad un peso normale, come ti senti? e non hai paura di tornare grassa? (se prima sei mai stata grassa..)
ps: se poi vuoi passare dal mio blog, grazie :)

Anonimo ha detto...

Ho visto ciò che mi avete scritto e volevo ringraziare rossana per non odiarmi. Se continuare o no è una scelta tua e di tutte quelle sottomesse ad ana. Io credevo che non sarebbe mai passata ma ora che ne sono uscita sto molto meglio. Qualunque scelta prenderai ricordati che sono con te rox<3 Volevo rispondere anche a Les Ana. Ora che ho un peso normale sto benissimo, non mi sento più in colpa se mangio e non sono più ossessionata dal peso e dalle calorie. Inoltre non mi sento più svenire quando faccio le azioni quotidiane e da triste e scheletrica (e diciamolo, anche piuttosto brutta) sono diventata felice e , non direi grassa perchè ho sempre avuto una corporatura piuttosto esile (anche se prima non me ne rendevo.conto). Ora ho le mie "forme" e mi piaccio perchè non ho più il sedere e il seno piatto ed i ragazzi mi guardano molto di più!
P.s. Grazie per non avermi assalita. T.v.b.<3
....Ah mi chiamo Valentina

Anonimo ha detto...

Rox, ho la stessa identica situazione con il mio ragazzo... non mangio, se mangio urlo, piango, mi taglio e vomito (anche quando fa apprezzamenti su chi penso sia più magra di me, cioè tutte), e lui continua a dirmi che sono bravissima, che devo continaure così. Si nasconde sempre dietro a un dito e lascia sempre carta bianca quando c'è da scegliere che fare/dove andare. E' snervante e non so assolutamente per quanto sarò ancora in grado di sopportare questa situazione,nonostante sia consapevole che pratcamente mi adora. Boh, magari basterebbe parlare, ma sembra non recepire mai il messaggio. Comunque, ti sono vicina.
Brenda
p.s. il tuo peso è favoloso, sei bellissima! :)

Roxana ha detto...

Ciao Brenda,
intanto ti ringrazio per i complimenti e poi volevo dirti, io con il mio ragazzo ci ho parlato ed è stata una brutta litigata, ma poi ho capito, che lui è preoccupato per me, non è felice per il peso, è felice perchè ho smesso di lamentarmi e piangere, perchè quando non dimagrivo ero un cane rabbioso e infelice, è felice di vedermi serena e soddisfatta di me è contento di vedermi lottare dimenticandosi per cosa lotto.
Sbaglia, ma mi ama, e alla fine quello che cerco è questo, qualcuno che mi ami.
Ti consiglio di parlare con il tuo ragazzo.
Ti abbraccio
Rox