sabato 16 febbraio 2013

vincere o morire

bella serata in montagna già, peccato che siamo arrivati alle nove e mezza  e abbiamo finito di cenare alle undici e mezza di sera. 
Ho vomitato tutto alle tre del mattino, quando siamo rientrati dopo un giro per pub, stamattina la bilancia che c'era li segnava sempre 48.6 kg.
C'è un contrattempo e si resta anche a pranzo, spezzatino e polenta. 
Al mio rientro alle 17 a casa vomito tutto eppure ora il mio peso di quasi 50 kg. 
Vorrei pizzarmi una lametta nelle vene. 
Mi taglierei ma non ho più spazio in corpo, almeno no nelle zone che posso nascondere facilmente. 
Si rifà per la centesima volta tutto da capo. 
La voglia di morire non era scesa nemmeno quando ero dimagrita, figuriamoci adesso... Per quanto potrò essere forte? Quante volte potrò ripetere questa cazzo di routine, 50 49 48.5 e poi di nuovo 50 e poi 49 ecc... 
Prima o poi o vincerò o morirò. 
Rox 

3 commenti:

Andrea Iopersempre ha detto...

perchè voler morire? Siamo già morti.
Solo che le persone pensano di vivere. Si illudono che vivranno per tanto, tanto tempo. Prova a pensarli, tutti, tra 100 anni.Non ci sarà più nessuno.
Solo qualche ricordo, volatile, che nel giro di una sola generazione o due o tre al massimo, svanirà.
Morire.... come fai a morire quando si è già morti? vomitare dopo ore dall'aver mangiato? a cosa serve?? io vomitavo quasi subito.
Bisogna solo lottare o accettare quello che si è. IO sono un ragazzo, uomo, che altro? si altro. Ho solo voglia e desiderio di amare e di essere amato. Sempre e comunque. da chiunque. Amo chi mi siede davanti in metropolitana, chi piace truccarsi, chi indossa il tacco alto. Amo ancor di più chi come voi, aspira alla perfezione del corpo che per altri è disgusto. io Amo le ossa sporgenti, orribili, ma diverse.Il corpo modificato, ridotto solo a pelle e ossa.Schockkante (si scriverà così?)si, ma sexy e attraente, femminilità all'ennesima potenza.perchè non rimane che l'essensa della donna.

vivere o morire. Che questione inutile. non c'è nulla da decidere. siamo già morti. La questione vera è scegliere come vivere e come morire. Io voglio vivere amando, indistintamente e con tutta l'anima chi mi vuole.Io desidero. E brucio di desiderio.
Come morirò? Adoro le sorprese.non voglio decidere in merito.Ma morirò avendo accettato me stesso, nella speranza di essere stato amato, desiderato e di aver ricambiato.
Ciao. e buona notte.

Anonimo ha detto...

Andrea... ma vai a cagare!!! scrivi solo stronzate all'ennesima potenza. Sfigato

Andrea Iopersempre ha detto...

siamo in un paese libero, e per ora, almeno, mi è concesso di esprimere le mie emozioni. E visto che siamo in un paese libero, anche a te è concesso esprimere le tue opinioni e giudizi. Grazie per aver espresso , a modo tuo, le tue opinioni. Stare male è da sfigati? allora hai ragione. Sono uno sfigato. Ciao