martedì 12 febbraio 2013

stranezze

Ieri mattina 50 kg, volevo morire, la sera ne peso 49 O_o Ma che cavolo succede? Di solito i digiuni non mi fanno perdere un etto ...bah
Comunque almeno oggi mi sono sentita spronata con i miei 49kg (che ormai odio perchè non riesco assolutamente a liberamene, li prendo li perdo li prendo li perdo, salgo scendo ) ad andare in palestra.
Ho fatto:
 25 min di cyclette
 20 di corsa
5 di camminata
altri 10 di cyclette
e poi tanti addominali.
Lo so è poco, ma per me erano tanti cinque minuti di corsa, figuriamoci 20, era utopia, ho corso anche abbastanza velocemente, ho sempre quella canzone pro-ana alle orecchie e i negramaro.
Nonostante questo, la mela che ho mangiato dopo, penso che la pagherò, sento che oggi qualcosa è cambiato e ho paura che non è positivo, che ansia...
Di positivo c'è, che nonostante io sia felicemente fidanzata, non festeggerò san valentino, niente cioccolatini, ne cenetta fuori, buon per me, essere poveri ha i suoi lati positivi.
Anche se due settimane di clausura davanti alla tv, chiusa in camera mia mi stanno facendo impazzire.
Pazienza...
Perchè non posso abdicare anche io? Rinunciare alle mie responsabilità come ha fatto il papa?
Sto divagando, causa depressione.
Rox

1 commento:

Dieta e dintorni ha detto...

Io ti capisco, sai, perchè ci sono passata anch'io. Nella fase odio me stessa, vomito quel che mangio, mangio una mela al giorno e già mi sembra troppo. Nella fase sono uno scheletro ma mi vedo grassa.
Purtroppo soltanto tu puoi trovare il coraggio di guardarti allo specchio e di vedere oltre. Oltre quel pezzo di carne che è il tuo corpo, per scivolare dentro te stessa attraverso gli occhi dell'anima. Mettiti davanti a uno specchio e chiediti dove stai andando veramente. Chiediti perchè lo stai facendo e dove tutto questo ti porterà.
Il tuo corpo non merita la distruzione cui lo stai conducendo, il tuo spirito non lo merita, ma soprattutto non lo merita la tua preziosa esistenza.
D'accordo, non siamo perfetti, e nemmeno la vita lo è. Ma è pur sempre vita, ed è il dono più grande che ci sia stato dato.
Spero che tu te ne renderai presto conto, e spero che troverai la forza di reagire e di iniziare a viverla da persona sana, imperfetta ma innamorata di te, così come sei. Concentrata sulla tua interiorità e non sull'involucro che la porta a spasso.
Io ti abbraccio e ti auguro il meglio che la vita può darti.
Non sei da sola, e sei ancora in tempo. Pensaci.
Giuliana