venerdì 1 febbraio 2013

solitudine notturna

Stamattina R è andato a lavoro con il cellulare scarico, mentre lavorava gli si è spento e non l'ho sentito fino alle due. Ho pensato a mille cose brutte, perchè di solito quando gli si sta per spegnere il cellulare riesce ad avvisarmi un po' prima.
Così quando l'ho visto entrare in camera mia, ero così felice di vederlo sano, che l'ho mandato a fanculo, perchè allo stesso modo ero arrabbiata, perchè pretendevo che prevedesse tutto, piuttosto che mi abbandonasse così.
Poi ci siamo stesi a letto, gli ho detto che volevo restare con lui, che non volevo andare a lavoro.
Giustamente mi ha consigliato di andarci.
Però il giusto non mi è andato giù ugualmente, preferivo che mi chiedesse di restare con lui.
Mi ha ripetuto mille volte che gli sono mancata, lo so che è vero, so che gli manco anche se vado via di casa per due orette al massimo.
Ci siamo separati ancora per un'ora perchè ho lavorato, poi siamo tornati a casa, ho preparato la cena per lui, abbiamo visto un film.
Sono andata a vomitare un mandarino e tanto acido, ci ho messo una mezz'ora, alle dieci di stasera appena rientrata in camera l'ho trovato addormentato.
Mi ha sentita entrare, gli ho detto di continuare a dormire, che io mi sarei messa un po' al pc, ma ha voluto restare ancora un po' con me. Poi si è addormentato mentre guardavamo la tv. Io ero stesa al suo fianco, con la testa poggiata sul suo petto. Mi sono girata dall'altra parte, di solito lo sente e mi segue, mi abbraccia, stanotte no.
Mi sono alzata, mi sono letta una mail, ho risposto, ho letto i post di un blog che mi piace, ora sono qui, ma lui non si è accorto della mia assenza.
Mi basta così poco per sentirmi sola...
Per fortuna c'è il mio nuovo amico T.
E' il primo che mi dice che non vuole fare la dieta per essere magro e bello, ma per essere malato, per morire... è quello che penso anche io. Se volessi essere magra e bella mi sarei fermata anni fa.
Sto divagando... ma stanotte a farmi compagnia c'è solo la solitudine.
PENSIERO POSITIVO: stasera pesavo uguale a stamattina, forse domani mattina scendo un po'... si spera.
Rox

2 commenti:

T. ha detto...

Leggere un tuo Post è come leggere un libro di Poesia. Per fortuna che ti ho incontrata. Sei un ragazza stupenda e piena di valori. Scrivi così bene e così intensamente. Ho così bisogno di te e me ne rendo conto quando ti scrivo o quando leggo i tuoi Post così puri, descrittivi della tua Anima oscura ma piena di felicità anche se celata. Davvero acquisterei un tuo libro. Anche a me piace scrivere. Avevo iniziato a scrivere un libro dal titolo "L'uomo d'acciaio" una bellissima trama ma poi l'annichilimento ha preso il sopravvento e ho lasciato perdere... Ora sono qui...davanti al vuoto anche se per chi legge i miei post ordinati, diligenti, pensa che sia una persona da seguire. Dentro di me "il grido e l'urlo" è sempre presente ma silenzioso e anestetizzato. Deve stare dentro di me perchè se gli do ascolto potrebbe farmi compiere gesti assurdi. Si, devo fare il bravo ometto. Non posso uscire dai binari. Ciao Rox...! O che belli "...i amici".... Un abbraccio alla crema pasticcera gialla e dolce come la primavera che sta arrivando. Tizio (amico di Caio e Sempronio)

alessia r ha detto...

Ciao ragazzi..scusate se mi intrometto ma ho letto questi vostri post e ho capito davvero che esiste qualche altra persona come me nel mondo..sono stufa di sentirmi allontanata da tutti perchè ho il bisogno di scomparire...io voglio solo essere di una bellezza inesistente..
Rox se vuoi scrivimi alla mia mail..con T. già mi sto sentendo..
alessia1990.r@gmail.com
grazie mille,
CIAO