mercoledì 27 febbraio 2013

che succede al mio corpo?

Non lo capisco più.
Stamattina mi sveglio, dal 48.6 di ieri mattina ero passata a 50 kg e stamattina 49.6 e adesso 49.4 kg.
Sono scesa vomitandomi addosso.
Dopo una colazione normale, latte e cereali, non ho nemmeno fatto in tempo a finire che mi sono ritrovata a correre verso il bagno e non ho fatto in tempo a chinarmi che è uscito tutto fuori, ho temuto di soffocare, continuava a fuoriuscire di tutto dalla mia gola, tenendola occupata, non passava aria... Ho lavato il pavimento, il cesso, i miei vestiti e stasera ancora vomito, e diarrea (ho preso i lassativi), ma ne ho fatta poca.
Oggi pomeriggio ero sotto le coperte con addosso un maglione, un paio di pantacollant di cotone, pesanti, e un paio di jeans e nonostante tutto non riuscivo a respirare per quanto freddo avessi. Eppure niente febbre, ero solo congelata. R mi si è messo accanto e ha provato a scaldarmi ma ogni piccolo movimento di allontanamento mi faceva tornare a tremare.
Adesso sono ancora nauseata, mi sento una palla nello stomaco, che non fa ne su ne giù... Non mi sento vuota.
Voglio sentirmi vuota.
Mi fanno male anche gli addominali per l'allenamento...insomma sono una carrozza spasciata...
Ah news, della serie viva la sanità.
Dopo più di un mese di attesa, mi annullano l'appuntamento per la gastroscopia, non mi hanno nemmeno telefonata, mi hanno mandato uno stupido telegramma, due giorni prima, ho dovuto chiamare, e dopo un'intera mattinata al telefono vengo a sapere che devo aspettare un'altro mese.
Faccio in tempo a crepare.
Volevo chiedere alle ragazze che come me aumentano e scendono a casaccio, se anche a loro capita di aumentare in seguito all'allenamento.
Spero di avere una risposta.
Vi abbraccio.
Non posso mollare, come dice Tiz non devo badare al numero sulla bilancia ma al mio comportamento. La prendo come una sottile consolazione.
Rox

martedì 26 febbraio 2013

VOI COSA FARESTE?

Ve lo devo proprio chiedere, voi cosa fareste al posto mio?
Stamattina pesavo 48.6, a pranzo ho mangiato 50g di pane con una fetta di prosciuttto cotto e poi più niente, sono anche andata in palestra e stasera leggo sulla bilancia 49.9 kg.
Che faccio? Mi arrendo? Mi uccido? Che posso fare? Non bevo nemmeno più acqua?
Aiuto, io così impazzisco. Aiuto.
Rox

lunedì 25 febbraio 2013

spero

E' bastato un pacco di crackers e una fetta di prosciutto cotto per farmi vomitare l'anima e sento ancora litri di acido muoversi nel mio stomaco come mare mosso.
Quanto dovrò sopportare tutto questo, nemmeno un bicchiere d'acqua mi è concesso, anche una minuscola pillola mi dà la nausea. Il mio corpo non vuol più nulla dentro di sè, ma non gli basta, perchè anche da vuoto sa darmi fastidio.
L'ho deciso e scelto io tutto questo.
Mi avvicino ai 48 e questa volta non posso fermarmi, non devo.
Non credo sarà difficile, o meglio non sarà impossibile se il mio corpo reagisce come deve.
Infatti non ho intenzione di mangiare nulla, non me lo posso proprio permettere, finirei con il vomitare a lavoro, ho già il mio niente a turbarmi lo stomaco, non è il caso di aggiungere altro.
Si aggiunge anche l'ansia, oggi per il lavoro, domani idem, perchè sicuramente si presenterà il mio capo. Mercoledì devo stare digiuna, perchè giovedì ho la gastroscopia, e l'ansia mi aiuterà molto a soffocare ogni piccola traccia di fame. Giovedì credo che non sarò in grado di mangiare assolutamente nulla, la gastroscopia dà la nausea tutto  il giorno, insieme a quel fastidio insopportabile provocato dall'aria che ti ficcano in pancia.
Direi che sono a posto no?
Lo spero.
Il mio corpo però deve reagire come si deve.
Lo spero.
Rox

domenica 24 febbraio 2013

Nausea e sfiga

Vuoi dimagrire mangiando tutto quello che vuoi? Sono tanti gli sponsor di questo genere riguardo a prodotti dimagranti.
Beh la mia risposta è no. Io non voglio dimagrire mangiando.
Io non voglio mangiare. Anoressia vuol dire senza fame. Io voglio essere anoressica.
Non avere appetito non è per nulla difficile in questi giorni, nemmeno la colazione mi entusiasma più, ho continuamente acido in pancia, quindi ho dolore e forte nausea. Avere appetito mi risulta totalmente impossibile.
Voglio schifare il cibo come una volta, forse non sono così lontana.
Ho iniziato a odiare il cibo in seguito a una gastrite e dopo ancora perchè mi sono innamorata di una malattia.
Domani a lavoro potrei avere una grande soddisfazione oppure una grande umiliazione, dipende in parte dalla mia botta di culo e in parte dalla mia capacità di farmi valere.
Infatti il mio lavoro, se non l'avessi già detto, consiste nel stare a guardare dei bambini, mentre l'insegnante spiega loro ginnastica artistica. A me tocca solo montare e smontare materassini , travi e trampolini, sgridarli se fanno caos, accompagnarli in bagno ecc...
Io a volte gioco con loro, perchè amo stare con loro, mi piace osservare la loro innocenza, entrare nel loro mondo così puro, così privo di tutto lo schifo che prima o poi lo raggiungerà.
A fare il mio stesso lavoro c'è una ragazzina di 14 anni che viene una volta a settimana e un'altra ragazza, che viene anche lei una volta a settimana, arrivata da poco e scortata anche lei da due nuove new entry.
La ragazzina, che io chiamo Bimbominchia è una ginnasta magrissima, crede di sapere tutto lei e se ci mettono insieme a guardare lo stesso gruppo di bambini, a me tocca solo mantenere l'ordine, perchè essendo lei ginnasta crede di essere più idonea a spiegare ai bimbi cosa fare. Eppure a me sembra che non ci vada una laurea per dire - Fai tre salti con le gambe dritte e le braccia dritte rivolte verso l'alto -.
Comunque glielo lascio fare.
A me tocca mantenere l'ordine, questo è quello che pensano le altre, ma non sanno che con i bambini non basta dirgli cosa fare e urlargli continuamente di star zitti e fermi.
No, a me piace usare la fantasia, faccio un esempio tanto per intenderci:
Il bambino deve saltare, eseguendo un pennello dal trampolo al materassone che è posto più in alto rispetto al trampolo. Spesso, si spaventano e mettono le mani davanti, quindi anzi di arrivare sul materassone con i piedi, ci arrivano con le mani.
La mia collega non faceva che dire - Ma no, devi farlo bene -.
E il bambino, anzi in questo caso era una bambina rispondeva soltanto - Non ci riesco -.
Io ho osservato la sua difficoltà, ho capito che l'errore nasceva dal fatto che metteva le mani avanti, allora le ho detto - Fingi che devi afferrare qualcosa che è in alto e non lasciarlo mai perchè se no cade e si rompe -.
Poi l'ho incoraggiata - Le tue compagne ci riescono, vuol dire che non è impossibile, perchè tu sei brava come loro - le ho anche detto - Dai diciamolo insieme, io ce la faccio, io ce la faccio -.
Allora quando è stato il suo turno, è salita sul trampolo, si è voltata a guardare indietro dove ero io, le ho fatto un cenno di incoraggiamento e le ho sussurrato - Non mollare la bambola, tienila in alto -.
Allora lei ha saltato, con le mani dritte, rivolte verso l'alto, è arrivata sul materasso con i piedi.
Quando è scesa è corsa da me felice e mi ha detto - Ce la faccio, ce la faccio -.
Questo le mie colleghe non lo capiscono, come non sanno che i bambini non sono stupidi, che non puoi trattarli male tutte le volte che li vedi e poi solo perchè è arrivato il capo mostrarti amorevole e pensare che ti ricambieranno.
Un giorno l'insegnante mancava, a quel punto toccava a me fare lezione, perchè sono io la ragazza fissa lì dentro, se ci fosse una graduatoria, dopo l'insegnate ci sarei io, eppure la nuova arrivata a voluto far lezione e anche in questo caso non ha usato un minimo di fantasia. Le ho detto più volte che potevo aiutarla, le ho suggerito che esercizi far fare, ma lei ostinata, gli ha fatto fare sempre le stesse cose massacrandoli poveretti.
E come se non bastasse due bambine si sono date per errore una bella testata, piangevano e lei non se n'era nemmeno accorta, e finchè non le ho detto di portarle in bagno a sciacquarsi le ha lasciate li a piangere.
Che rabbia!
Domani forse l'insegnante mancherà di nuovo e io dovrei avere una lezione da fare, ma lei ha pensato di mandarmi la bimbominchia come sostegno, ma io non la voglio assolutamente.
Allora ho un po' di cose da sperare
1 Che l'insegnante non ci sia
2 Che la bimbominchia non ci sia
3 Che se c'è la bimbominchia io riesca comunque a farmi valere e a fare lezione
4 Nel peggiore dei casi preferisco che ci sia l'insegnante e che tutto vada come sempre.
Mi piace lavorare con i bambini, però non mi piace questo lavoro, il mio capo mi odia.
Se io sto a casa perchè sto male si arrabbia. Se un'altra sta a casa e si giustifica dicendo che si era dimenticata di venire a lavoro ( e giuro che è successo) lui ride.
Inoltre mi dice che io non faccio niente, quando io mi carico tutto da sola quando smonto e monto la palestra, quelle oche si grattano e quando arriva il capo si lanciano in tre per trasportare una sedia.
Sono un po' ridicole...
Per fortuna a marzo è finito tutto.
Ho anche scoperto che ho lavorato 7 mesi con la promessa di ricevere 1500 euro e invece ora scopro che i 900 che mi hanno dato a inizio anno erano gli unici soldi per me.
Ce l'ho in culo, capirete che non è entusiasmante andare a lavoro sapendo che non verrai pagato.
Mancano pochi giorni alla gastro e sono terribilmente ansiosa.
Nausea e sfiga di merda lasciatemi in pace.
Rox

sabato 23 febbraio 2013

incredibile

E' bastato abbuffarsi, vomitare e il peso è sceso...  non ho parole
Rox

venerdì 22 febbraio 2013

abbuffata in corso

La pazienza ha un limite, la demenza anche, io non sarò mai magra. Mai
Sono solo una cretina che crede a tutto.
Intanto a lavoro mi hanno pagato 600 euro in meno.
Brava Chiara, sei una cretina, mangia così sei felice, mangia cosi poi soffri mentre vomiti e soffri mentre ingrassi, brava Chiara. Bravissima.
Hai rovinato la tua vita tante volte, fallo ancora. Ti sei delusa, fallo ancora.
Rox

mi ricorda Ana


Cos’ho? 


Ho dei tagli sul viso   Li ho su tutto il corpo


Si, ma io cos’ho?  Ho tante cose, ma sembra niente se non ho te 


che se sanguino rido Rido perchè mi fa star meglio sapere di essere viva e lo so quando      
sanguino


mi sciolgo un pò 

tanto non sento niente 

Io cos’ho? 


sembra aver già deciso 

ma proprio non so 

mescolarmi al sorriso 


di chi più non ho 

tanto non sento niente 

Parlo con te 


sempre 

anche se tu sei 


assente 


quelli non dicono 

niente 


solo un silenzio 


assordante 


muoio con te 


sempre 


vivo di te tra la gente 

quelli che parlano, parlano, parlano 


ancora 

E non resta più niente 


proprio niente 


del cielo che abbiamo perso 

rubandoci i pezzi più neri 


più neri del nero 


e ora più niente 


c’è una stella cadente 


ma era l’ultima già 


e schiantandosi precipita 


sulla mia pelle 

lasciando un pozzo infinito 


dove tutto è finito 

per sempre finito 


nel fondo più fondo 


della libertà 

Che farò 


se questi tagli sul viso 


ancora io ce li ho 


e di rosso vestita 


negli occhi sarò 

e ancora tu niente 

Io non ho, non ho, non ho… 


l’obbedienza 

di chi è sparito 

già da un po’ 

se dipingi un paradiso 

io lo distruggerò 

così tanto per niente 

Parto da te 

sempre 

per tornare ad essere 

niente 

finisco a te 

sempre 

analizzando la gente 

non ha più senso quel niente 

quelli che parlano, parlano e ancora 

e poi parlano 

E non resta più niente 

proprio niente 

del senso che abbiamo perso 

nei gesti di un altro
 
che non fa più testo 


e intanto ci uccide 


e non lascia resto 

e non resta più niente 


nient’altro che niente 


e il tetto l’abbiamo perso 


e ormai piove a dirotto 


su mobili e teste 


allagando speranze 


che affogano lente 


nuotando nel niente 


nuotando nel niente 


io nuoto nel niente 


tu nuoti nel niente 


della libertà

secondo voi

Sono incazzata nera, posso sopportare di non dimagrire, ma non ho mangiato niente, solo due fette biscottate a pranzo eppure sono ingrassata. Questo non lo sopporto. Non ci vado più in palestra se mi deve far ingrassare.
Ieri alle 21 mi sono svegliata con una nausea terribile ed è continuata per tutta la notte... ho quasi paura di essere incinta... A voi è mai successo di avere nausea senza mangiare, la pancia gonfia e di ingrassare pur semidigiunando?
C'è anche da dire che sono a zero euro, di conseguenza zero lassativi e quindi non posso andare in bagno...
Il mio corpo non reagisce a nessun rimedio naturale, cazzo tutte a me!! Quando succede così mi viene voglia di abbuffarmi, per fortuna non c'è cibo in casa e non ci sono soldi.
Rox

giovedì 21 febbraio 2013

il tempo non passa

 Comincio a spazientirmi, ma questo non cambia le cose, tanta acqua, tanto sport, poco cibo e aspetto.
Prima o poi qualcosa cambierà.
Mancano sette giorni alla gastroscopia, ho paura. Tanta paura. La prima volta che l'ho fatta ero meno spaventata, non sapevo esattamente cosa mi aspettasse, adesso lo so.
Conosco il dolore fastidioso di quell'aggeggio che mi si muove dentro, il fastidio per tutta l'aria che ti ficcano in pancia, la nausea, la bava che esce senza limiti e le notti insonni che ho passato in seguito perchè non riuscivo a smettere di pensarci.
Mancano dieci giorni alla fine del mese, poi finalmente potrò comprare i lassativi, mi sento gonfia, nauseata e ho la bocca amara, ma andare in bagno naturalmente è diventato impossibile. Uff...
Tempo passa, ti prego passa...
Rox

martedì 19 febbraio 2013

La soddisfazione del NO

Oggi ho digiunato.
Ho corso per 20 minuti, per il mio corpo sono molti, sarà che fumo tanto, sarà che il mio cuore sembra quello di un gatto, batte sempre molto veloce e quando corro fa addirittura male. A volte è affannato anche mentre dormo, fatto è che 20 minuti per ora sono un ottimo risultato per me. Un corridore forse mi riderebbe in faccia.
Per il resto ho lavorato sui muscoli.
Twist
Tre serie da trenta addominali bassi, obliqui,alti ecc...
Quadricipiti, Tricipiti, Spalle, Glutei, Polpacci, oltre due ore di palestra insomma...
Chissà quanto peso.
Chissà se stasera sarò felice.
Ormai pesarsi la sera è uguale a pesarmi al mattino per me, infatti durante la notte non perdo nulla, al max se succede un miracolo perdo un etto o due, ma io aspetto, aspetto con pazienza.
Il peso non mi ha ancora soddisfatta, ma io da sola mi sono data soddisfazione.
Due sere fa mio fratello è entrato in camera mia e mi ha detto - Io ed R volevamo ordinare la pizza, sei d'accordo? -.
Ed io ho risposto - No grazie G -.
- Ma te la offro io - ha insistito lui.
- No tranquillo G, mangiatela voi io preferisco di no -.
- Ma sei sicura? - ha continuato.
Ci ho pensato, perchè amo la pizza, l'ho immaginata da due prospettive.
Prospettiva Golosa 
Apro la scatola, l'odore classico di pomodoro e mozzarella mi pervade, vedo quelle bollicine che si creano nella pasta, il lucido dell'olio, il bordo alto e leggermente croccante, la pasta sottile. 
Sollevo quel triangolo di pizza, mentre la mozzarella filante si allunga ai lati, la punta morbida, pronta per essere portata tra i denti, l'odore del sugo con quell'olio di oliva che crea un succo saporito. Che gioia per le papille gustative. 
Prospettiva DietAna 
Apro la scatola, l'odore classico del pomodoro acido e della mozzarella mi pervade, le bollicine che si creano nella pasta, il lucido dell'olio così grasso, il bordo spesso, stopposo. 
Sollevo quel triangolo di pizza, la mozzarella filante potrebbe strozzarmi, ci metterà poco a raffreddarsi e a diventare di gomma. Dovrei ingurgitare una massa di calorie e grassi che si posizioneranno sul mio corpo, fianchi sedere braccia pancia. 
Per non parlare del peso che avrei sullo stomaco , la fatica di sentire quella poltiglia attraversarmi la gola, incastrandosi in essa quasi. Poi il peso che avrò nel cuore per la colpa. Poi il peso che avrà il mio corpo e che apparirà nella bilancia ferendomi come una lama affilata lanciata dritta al cuore. 
Mi affido alla seconda prospettiva e rispondo - No grazie davvero, non mi pesa se mangiate la pizza, non sentirti in colpa per me, è come quando cenate gli altri giorni di là (in cucina) e io resto qui -.
Ho preso il telefono prima che insistesse ancora, ho chiamato la pizzeria e ho ordinato due pizze, una per G una per R.
Che soddisfazione.
Ho pensato - Ce l'ho fatta -.
Il no se dato è davvero soddisfacente. Non mi viene parola migliore.
Spero che i miei sforzi di oggi vengano ripagati.
Rox

lunedì 18 febbraio 2013

Pazienza

Ancora nessun cambiamento ma aspetto.

domenica 17 febbraio 2013

48.9 kg

18 lassativi e dopo più di una settimana finalmente vado in bagno e mi rendo conto che la situazione è tragica ma non troppo, domani sarò di nuovo 48.6 o anche meno e poi meno, sempre sempre meno.
Sono un po' piu sollevata
Rox

sabato 16 febbraio 2013

vincere o morire

bella serata in montagna già, peccato che siamo arrivati alle nove e mezza  e abbiamo finito di cenare alle undici e mezza di sera. 
Ho vomitato tutto alle tre del mattino, quando siamo rientrati dopo un giro per pub, stamattina la bilancia che c'era li segnava sempre 48.6 kg.
C'è un contrattempo e si resta anche a pranzo, spezzatino e polenta. 
Al mio rientro alle 17 a casa vomito tutto eppure ora il mio peso di quasi 50 kg. 
Vorrei pizzarmi una lametta nelle vene. 
Mi taglierei ma non ho più spazio in corpo, almeno no nelle zone che posso nascondere facilmente. 
Si rifà per la centesima volta tutto da capo. 
La voglia di morire non era scesa nemmeno quando ero dimagrita, figuriamoci adesso... Per quanto potrò essere forte? Quante volte potrò ripetere questa cazzo di routine, 50 49 48.5 e poi di nuovo 50 e poi 49 ecc... 
Prima o poi o vincerò o morirò. 
Rox 

venerdì 15 febbraio 2013

48.6

buono, sono contenta, peccato che stasera ho la cena con i miei cognati, speriamo bene... ho già detto che potrei star male e aver bisogno di vomitare...
Ma non sarò a casa mia, nè a casa di mia sorella, sarò a casa dei genitori di mia sorella, che ansia, perchè ogni volta che scendo succede qualcosa?
Ho paura.
Domani mattina torno a casa e vi faccio sapere.
Kiss
ROx

giovedì 14 febbraio 2013

boh

Ciao ragazze,
stanotte ho pianto, pianto tantissimo. R si è svegliato, ha cercato di placarmi...
Poi parlando ho realizzato, lui mi cerca e io lo rifiuto. Perchè lo faccio? Sono certa di amarlo, morirei per lui, ma sono arrabbiata... non so nemmeno più per cosa, ma questa rabbia mi allontana da lui.
Stasera sono andata a fare la doccia, al mio ritorno lui dormiva... Poi si è svegliato e ha finto di essere pimpante, non gli credo nemmeno un po', ma è molto dolce comunque.
Il nostro san valentino come è trascorso?
Stamattina gli ho rivolto a stento la parola. Tornato da lavoro io mi sono attivata subito per farmi portare al mio di lavoro, dopodiche siamo stati un'ora in macchina ad aspettare che mio fratello sbrigasse delle faccende, ero sempre lontana. Mentre lui cenava ho sonnecchiato, ci siamo messi a guardare la tv, ha provato a starmi vicino, ma con ogni scusa mi sono spostata.
Beh mentre mi allontano da lui, mi avvicino a lei.
Oggi ho preso 120 kcal.
Mezz'ora di cyclette, 10 min di corsa e poi mi sono dedicata ai muscoli, addominali, braccia, gambe...
Sono stanca, ho ancora quelle gocce di sangue scuro... boh.. ho anche dolore all'addome, forse sono solo gli addominali, boh...
Tra poco nanna, spero...
Rox

mercoledì 13 febbraio 2013

repeat o rewind?

Per fortuna ieri la mia ansia era solo ansia, stamattina pesavo 48.9, adesso 49.4...
Oggi sono stata dal dottore di nuovo, mi ha detto che le perdite di sangue durante il vomito sono normali, che quel dolore che provo sull'addome è nell'esatto punto in cui mi hanno tolto la cistifellea. Che sono piena di bile e questo rallenta la mia digestione provocandomi il vomito; mi ha dato un medicinale che farà contrarre e muovere lo stomaco in modo tale da spingere il cibo verso l'intestino e aiutarlo nella digestione, speriamo bene...
Sono triste, tanto triste. Le cose tra me e R non vanno bene, lui non se ne accorge ma io si. La colpa è per lo più mia, sono esigente. Io lo so che mi ama, ma sento che le cose non sono più come prima vivendo insieme.
Non facciamo quasi mai l'amore.
Stasera ero nuda di fronte a lui, mentre mi pesavo, e lui si è messo a dormire. Mi sento uno schifo.
Poi quando mi cerca, sono io a scappare, lo faccio per ripicca a volte, altre solo per vederlo desiderarmi...
Insisto così tanto che alla fine mi convinco e lo convinco di non voler stare con lui e ce ne andiamo a dormire.
Stasera però non ho fatto nulla, ma lui è collassato lo stesso.
Mi ha detto - Dormo durante Sanremo cosi dopo stiamo insieme - e invece nonostante io lo abbia svegliato per fargli mettere la tuta piuttosto che lasciarlo ancora con la divisa da lavoro, lui si è cambiato e si è rimesso a dormire.
Come devo sentirmi?
E' tutto cambiato, niente uscite, niente stato di ebrezza, niente eccessi, calma piatta, bandito anche il sesso.
Oggi ho letto di un obesa che ha perso 45 kg facendo sesso 7 volte al giorno, R svegliatiiiiiiiiiiii!!!
Stasera ho anche avuto una perdita di sangue dalla vagina, ma il ciclo l'ho fatto poco più di una settimana fa, quindi... boh, credo sia stopping, dovuto alla dimenticanza della pillola.
Che me ne frega di prendere la pillola se tanto...
Mi sento orribile.
Mi sento non desiderata.
Mi manca la mia vecchia vita.
Voglio stare con lui, ma voglio vita, divertimento, sesso, alcol, l'odore della notte, il dolore dei tacchi.
Cercherò l'adrenalina nella mia dieta.
Domani palestra.
Rox

martedì 12 febbraio 2013

stranezze

Ieri mattina 50 kg, volevo morire, la sera ne peso 49 O_o Ma che cavolo succede? Di solito i digiuni non mi fanno perdere un etto ...bah
Comunque almeno oggi mi sono sentita spronata con i miei 49kg (che ormai odio perchè non riesco assolutamente a liberamene, li prendo li perdo li prendo li perdo, salgo scendo ) ad andare in palestra.
Ho fatto:
 25 min di cyclette
 20 di corsa
5 di camminata
altri 10 di cyclette
e poi tanti addominali.
Lo so è poco, ma per me erano tanti cinque minuti di corsa, figuriamoci 20, era utopia, ho corso anche abbastanza velocemente, ho sempre quella canzone pro-ana alle orecchie e i negramaro.
Nonostante questo, la mela che ho mangiato dopo, penso che la pagherò, sento che oggi qualcosa è cambiato e ho paura che non è positivo, che ansia...
Di positivo c'è, che nonostante io sia felicemente fidanzata, non festeggerò san valentino, niente cioccolatini, ne cenetta fuori, buon per me, essere poveri ha i suoi lati positivi.
Anche se due settimane di clausura davanti alla tv, chiusa in camera mia mi stanno facendo impazzire.
Pazienza...
Perchè non posso abdicare anche io? Rinunciare alle mie responsabilità come ha fatto il papa?
Sto divagando, causa depressione.
Rox

sabato 9 febbraio 2013

Non dimentichiamoci la solitudine

Capita a tutte noi di sentirci sole, sappiamo quanto è terribile, lo viviamo ogni giorno, per questo scriviamo un blog, per sfogarci aspettando che qualcuno ci ascolti.
Anna ha bisogno di essere ascoltata http://lalibellulaa.blogspot.it/

venerdì 8 febbraio 2013

aiutatemi

Davvero non capisco, sono lusingata e vi sono grata perchè continuate ad aggiungervi, a seguirmi, a dirmi che sono un'ispirazione, ok è piacevole, ma poi mi guardo e mi domando come sia possibile?
Come posso io essere un'ispirazione. Sono più di tre anni che sono a dieta, ero arrivata a un peso abbastanza decente 45 kg, ma poi sono salita di nuovo e da li ho solo fatto errori, sono confusionaria, non so cosa voglio, cosa faccio, so solo che il mio peso fa schifo e che è lo stesso da secoli. Sono discontinua, incoerente, una fallita. Alterno digiuni di due giorni, poi dieta, poi abbuffata, vomito, lassativi, di nuovo abbuffata, di nuovo digiuno. Scendo di peso e poi risalgo.
Mi propongo obbiettivi, faccio calcoli su calcoli, ma alla fine non porto mai a termine nulla...
Sono una fallita e non ho consigli da dare a nessuno, tutto ciò che so è in questo blog, vi consiglio di spulciarvelo un po', magari tornando nel 2010, così forse vi sarò utile. Il mio passato può aiutare il vostro presente a scoprire cosa potrebbe essere il vostro futuro.
Sono io che chiedo aiuto a voi.
C'è qualcuna di voi che è nella mia situazione? Da anni a dieta? Che aveva avuto buoni risultati ma gli imprevisti (medicinali, alimentazione forzata ecc...) l'hanno fatta regredire e poi per molto troppo tempo nulla si è sbloccato? Che dall'anoressia è passata alla bulimia e dalla bulimia a una malattia che io ancora non so dirvi cos'è?
Posso solo dire che vomito litri e litri di acido, che ho tutto il giorno mal di pancia, mi si gonfia lo stomaco, che se mangio qualcosa dalle sei del mattino in poi, garantito al 100% lo vomito. Qualcuno si riconosce in questo? Aiutatemi per favore. I dottori costano e nemmeno mi credono.
Aiutatemi

?

 forse la devo smettere di inseguire chi ero

caos

Non so da chi cercare aiuto, la verità è che questo aiuto posso trovarlo solo da me stessa. Qualcosa nel mio corpo non funziona, ma non funziona nemmeno nella mia testa. Se mangiare poco non basta a dimagrire allora forse dovrei digiunare, me lo dico ogni giorno e poi non lo faccio.
A volte vorrei solo prendere una lametta e ficcarmela nelle vene, perchè così sarebbe tutto più semplice.
Ma io non voglio morire grassa, non voglio morire tagliandomi le vene o impiccandomi o avvelenandomi, se proprio deve accadere voglio morire di fame, in un cumulo di ossa, ma cosa devo fare?
Io non lo so più , se non mangio nulla perdo così poco da demoralizzarmi, se mangio poco non scendo e in genere vomito.
Sono una fallita, vorrei lasciar perdere tutto.
Ma con Ana non è come un hobby o uno sport, che se vedi che non fa per te, che non sei capace molli tutto e amen, per quanto io continui a pensare di arrendermi, di pari passo resto sua e non riesco a non stare attenta a cosa e quanto mangio, al mio grasso che sembra essersi incollato addosso a me e che odio, odio maledettamente.
Odio me, odio la mia vita, odio i miei fallimenti.
Soffro e cerco aiuto, cerco uno sfogo, ma nulla mi da conforto...
Rox

domenica 3 febbraio 2013

Etti persi, rientro ancora nei calcoli, ma tra ieri e oggi sono stata comunque malissimo, ho mal di stomaco, sono gonfia e nauseata... Ma questo non è niente, il mio vero male adesso è che sono arrabbiata. Sono arrabbiata con R, lo amo, mi ama, ma a volte è immaturo, fa errori che non dovrebbe fare, promesse non mantenibili, il troppo amore fa sbagliare...
Così sono stati due giorni di merda...
Oggi gli ho fatto la valigia per sbatterlo fuori di casa, per fortuna non mi ha dato retta. Comunque sia non voglio rivolgergli la parola...
Vorrei scappare lontano, ma da sola, senza nessuno, solo lei ...Ana.
Rox

venerdì 1 febbraio 2013

due etti in meno anche stamattina. Rientro nei calcoli.
Forza!!

solitudine notturna

Stamattina R è andato a lavoro con il cellulare scarico, mentre lavorava gli si è spento e non l'ho sentito fino alle due. Ho pensato a mille cose brutte, perchè di solito quando gli si sta per spegnere il cellulare riesce ad avvisarmi un po' prima.
Così quando l'ho visto entrare in camera mia, ero così felice di vederlo sano, che l'ho mandato a fanculo, perchè allo stesso modo ero arrabbiata, perchè pretendevo che prevedesse tutto, piuttosto che mi abbandonasse così.
Poi ci siamo stesi a letto, gli ho detto che volevo restare con lui, che non volevo andare a lavoro.
Giustamente mi ha consigliato di andarci.
Però il giusto non mi è andato giù ugualmente, preferivo che mi chiedesse di restare con lui.
Mi ha ripetuto mille volte che gli sono mancata, lo so che è vero, so che gli manco anche se vado via di casa per due orette al massimo.
Ci siamo separati ancora per un'ora perchè ho lavorato, poi siamo tornati a casa, ho preparato la cena per lui, abbiamo visto un film.
Sono andata a vomitare un mandarino e tanto acido, ci ho messo una mezz'ora, alle dieci di stasera appena rientrata in camera l'ho trovato addormentato.
Mi ha sentita entrare, gli ho detto di continuare a dormire, che io mi sarei messa un po' al pc, ma ha voluto restare ancora un po' con me. Poi si è addormentato mentre guardavamo la tv. Io ero stesa al suo fianco, con la testa poggiata sul suo petto. Mi sono girata dall'altra parte, di solito lo sente e mi segue, mi abbraccia, stanotte no.
Mi sono alzata, mi sono letta una mail, ho risposto, ho letto i post di un blog che mi piace, ora sono qui, ma lui non si è accorto della mia assenza.
Mi basta così poco per sentirmi sola...
Per fortuna c'è il mio nuovo amico T.
E' il primo che mi dice che non vuole fare la dieta per essere magro e bello, ma per essere malato, per morire... è quello che penso anche io. Se volessi essere magra e bella mi sarei fermata anni fa.
Sto divagando... ma stanotte a farmi compagnia c'è solo la solitudine.
PENSIERO POSITIVO: stasera pesavo uguale a stamattina, forse domani mattina scendo un po'... si spera.
Rox