lunedì 10 dicembre 2012

Finchè morte non ci separi

Erano tutte così magre, a parte due ragazze, che erano altissime e in evidente sovrappeso, le altre avevano gambe sottilissime, fasciate in pantaloni che seppur minuscoli non riuscivano ad aderire a quelle curve inesistenti, il busto minuscolo, il collo sottilissimo, la testa leggermente più grande, ma con le gote scavate. Mi chiedo se le bratz siano ispirate alle anoressiche.
Sono tornata in clinica oggi, quella per i dca dove andavo quando ho iniziato questo blog e mi sono sentita peggio della prima volta. C'erano più anoressiche, una segretaria al telefono parlava di una ragazza di 31kg.
Sono andata via di li con 49 kg e sono tornata a distanza di anni con 48,6 kg. Eppure io a 45kg non ero arrivata.
L'avevo detto io, - Non ci voglio andare io li, sono normopeso non c'entro nulla con tutte quelle anoressiche -. Ma tutti mi hanno voluto rispondere la stessa cosa - L'anoressia è mentale, non devi pesare 30 kg per andare li -.
Ah no? Eppure le prime cose che ti chiedono sono peso e altezza.
Appena entrata in quella stanza vuota, mi hanno misurata e pesata, l'infermiere mi ha guardata con insufficienza, hai un peso normale, BMI 20.
Mi ha fatto tante domande, ha detto che non può inserirmi subito tra le righe vuol dire (non sei abbastanza magra da preoccuparci), il prossimo appuntamento è a marzo, esattamente il 27 marzo, quindi ho esattamente 107 giorni per perdere almeno 3.5kg. Se perdessi un etto al giorno potrei perdere quasi 11 kg e a me ne basterebbero 8, quindi 75grammi al giorno .
 Vi chiederete perchè?
Chi come me è dimagrito di molto ma non ancora abbastanza può capire cosa vuol dire volersi sentir dire che sei troppo magra. Invece perdere 30 kg ed essere ancora normale, schifosamente normale ti fa salire una rabbia che ti chiude lo stomaco. Soprattutto nel mio caso, non mangio niente di niente e quel poco che entra in me esce diretto senza che io lo voglia, eppure il mio peso scende a rallentatore comunque ed è stressante.
Non voglio sentirmi fuoriposto li.
Non voglio nemmeno guarire se è per questo, ma la mia tutrice mi ha obbligata ad andare li e io lo sto facendo, forse per fingere, non so se con gli altri o se anche con me stessa che qualcosa nella mia vita potrebbe cambiare.
O forse perchè andare in clinica mi aiuta moltissimo per dimagrire, mi fa sentire enormemente grassa vedere tutte quelle anoressiche e sentirmi dire che fisicamente sono normale.
Sono tanto confusa, mi sento anche molto sola, stufa, frustrata. Sono stanca di vomitare continuamente e di non essere ascoltata da nessun dottore.
Scusate lo sfogo dopo tanto tempo.
Io non mollerò mai, io e Ana finchè morte non ci separi.
Rox

5 commenti:

M. ha detto...

Quanto ti capisco. Anche a me succede la stessa cosa. Io sono arrivata a 34, ma ora che mi hanno obbligata a riprendere peso mi sento un bisonte. Voglio essere come tutte quelle ragazze che vedo quando vado a fare i controlli, quei fottutissimi controlli!
Io a differenza tua mangio troppo e non riesco più a vomitare...
Ti sono vicina
M.
Ps: se ti va passa da me ;)

Andrea Iopersempre ha detto...

Ciao.... Sono di milano... Adoro il vostro corpo.. e la perfezione che volete raggiungere.... se volete.. io sono qui... non voglio nient'altro che amarvi.

Anonimo ha detto...

@Andrea: non ti vergogni a provarci con delle ragazze fragili che hanno dei problemi?

Ali bruciate ha detto...

È come se non ti sentissi mai abbastanza, come se tutti i tuoi sforzi non fossero appagati perché sei normale e quindi ancora una volta rimani nell ombra, bruttissimo...

Anonimo ha detto...

Andrea lascia in pace queste ragazzine: sei vergognoso!