mercoledì 12 settembre 2012

domani

Non c'è nessun peso sorpresa, o almeno non positivo.
Va tutto male come sempre.
Sono stanca ma non posso fermarmi, questa guerra senza ne vittoria ne vinti non mi stanca mai abbastanza, non riesco ad abbandonarla e continuo a combattere contro me stessa, contro la vita.
C'è solo una perdente in questa guerra e sono Io.
Io che perdo se ingrasso.
Io che perdo se dimagrisco.
Eppure quest'ultimo resta il mio obbiettivo che trascuro ma non dimentico.
Ma il mio corpo non risponde più a niente.
Vomito dopo ogni pasto, ho le tonsille gonfie e la gola sanguina ogni giorno, non tengo e non espello nulla.
Ciò che mangio lo vomito, e in bagno non ci vado più se non con l'ausilio delle dodici erbe.
Eppure ingrasso continuamente, senza una tregua.
Il peso preso mi si appiccica addosso anche per una settimana, ciò che perdo lo riprendo in un giorno.
Non funziono più.
C'è solo una soluzione, la più indolore di tutte.
Smettere di mangiare.
Se smetto di mangiare non dovrò soffrire per vomitare.
Se smetto di mangiare non potrò accumulare feci e prendere peso.
Mi faccio schifo.
Piu di un anno fa avevo una taglia 36, ho fatto shopping pochi giorni fa, ho preso una 38 non ho voluto nemmeno provarla la 36 ho paura.
Ho avuto paura solo ad entrare in negozio.
Domani inizia una nuova vita, io e il mio ragazzo a scuola insieme.
Da domani, questo famoso domani che tutto risolve potrei ricominciare ancora una volta, perchè finchè questa lotta non mi uccide posso sempre ricominciare.
Il disprezzo e l'odio che provo per me stessa possono solo incentivarmi a dimagrire, non possono vietarmelo.
Ok sono tre anni che sono a dieta, ok è un anno che il mio peso seppur scende poi ritorna sempre lo stesso, ma questo non mi può proibire di dimagrire dal famoso domani.
Ce l'ho fatta tante volte a rialzarmi o forse a ricadere per andare tra le braccia di Ana, posso farlo ancora.
Qualcuna di voi la chiama forza qualcun'altra debolezza, per me è solo quello che mi può permettere di alzarmi domani mattina, di non sminuzzare totalmente il mio corpo stanotte.
Da sola non ci riesco, lontana da qui, non ce la faccio. Quando seguo il mio blog mi sembra di dover tenere conto a qualcuno di cio che faccio e dei miei risultati, forse devo tener conto solo a me stessa, lo so.
In effetti è ciò che faccio, è soprattutto con me che parlo quando vengo qui.
Ho bisogno di riprendere la situazione in mano.
Devo approfittare del fatto che il mio ragazzo è tornato a lavoro, che quindi la mattina non facciamo piu colazione insieme e che a pranzo non c'è e nemmeno la sera, esclusi gli spuntini notturni, che l'ho pregato di non fare più, vomitare alle due di notte è massacrante.
Il mio peso adesso fa schifo, non mi va nemmeno di nominarlo, ma ci sarà il domani in cui inizierò e sarà domani e ci sarà il domani in cui sarò di nuovo magra e poi forse quello in cui ricadrò o ne uscirò o morirò.
Ora ancor più di scendere di peso mi interessa ritrovare lei e il mio controllo.
Sono tornata, o meglio sto tornando.
Rox