giovedì 31 maggio 2012

YUPPIIIII

Stamattina sveglia alle otto e mezza, mi sveglio 48 kg, riepilogo del mese qui sul blog, mi deprimo un po', penso  alle parole di F, tieniti impegnata dopo la colazione mi metto a cucire, dopo aver cucito canto con mio fratello, dopo aver cantato cazzeggio al pc, poi finalmente dopo secoli mi alleno, dopo essermi allenata e docciata mi metto di nuovo al pc, poi cucio di nuovo.
Con R sono stata fredda, sono vendicativa se sbaglia.
Ho preso un milione di caffè, poi sono uscita con lui, lunga passeggiata, caso vuole che incontriamo un suo amico, uno dei tanti che ogni volta che lo vede dice - Ah ma allora sei vivo - ma poi nn si fa mai sentire, nemmeno quando il nonno di R è morto per delle semplici condoglianze, per chiedergli almeno - come stai -.
Erano anni che uscivano insieme che si dichiaravano amici. R non aveva mai potuto accorgersi di che persone fossero prima di stare con me, perchè erano l'unica cosa che aveva, le uniche persone con cui uscire e svagarsi, ma forse era solo questo, visto che per uscire insieme dobbiamo farci sentire sempre noi e se non lo facciamo nessuno manda un messaggio per far serata.
Questo dopo averci salutato, lo abbiamo riincontrato stava aspettando gli altri e siccome non arrivavano ci ha chiesto di fargli compagnia.
Io ed R avevamo gia parlato privatamente di come i suoi amici si erano comportati, io lo avevo visto star male, però mi ero sempre tenuta il rospo con loro, perchè chi doveva lamentarsi non ero io ma R. Però il mio ragazzo mi ha sempre detto che lui non ci riesce a parlare, che si tiene sempre tutto dentro, tranne che con me.
Ero un po' nervosetta e vedere quella scena di falsa di due "amici" che parlano come nulla fosse, questo che non chiede nemmeno - Volete unirvi? -. Non dice nemmeno - Oh R ho saputo di tuo nonno mi dispiace - e che pretende di fare da candela mentre aspetta gli altri. Dico - Ma stasera sei solo? - lo aveva appena detto che non lo era, volevo solo riportare l'argomento li.
Mi risponde - No ci sono gli altri -.
Per non essere ancora piu invadente dico - LUI non invitatelo mai eh? - anzi che dire NOI.
Inizia la discussione, gli cade la faccia dalla vergogna per il suo comportamento, ma cerca di dividere le colpe, io non divido nulla, R è un po' piu morbido ma un minimo si sfoga.
Mi ha ringraziata in privato e poi abbiamo fatto pace per ieri sera, mi è passata e ci siamo coccolati.
Scusate il sunto scarno ma sono esausta a domani
Rox

Nessun commento: