venerdì 11 maggio 2012

Risposta per Giuls

Ho messo qui il suo commento e la mia risposta perchè in qualche modo le sue parole possono aiutare tutte e le mie sono solo uno sfogo che voglio condividere

 Giuls ha detto...
Roxana, io non sono una pro ana e dii sicuro ne hai letti tantissimi di messaggi come il mio. Probabilmente non te ne fregherà nulla di tutto quello che ti sto per scrivere, ma ci tengo a dirtelo, perchè te lo dirò con tutta la sincerità di questo mondo.

Spesso non sappiamo accettare la realtà, ma da quello che scrivi mi sembri molto matura, ma anche molto triste. La realtà è che tu sei anoressica.
E' più importante per te essere felice o essere magra?
Da quello che ho letto non sei felice: hai tendenze all'autolesionismo, praticamente ti nutri di aria, sei costretta a mentire continuamente anche alla persona che più ami, il tuo ragazzo.

Fammi questo favore, rispondimi sinceramente. Perchè essere felici non è essere magri. Essere felici vuol dire avere un buon rapporto con il cibo, avere degli amici, andare d'accordo con i familiari e con chi ti sta attorno. Non ti conosco abbastanza per poterti giudicare e non lo farò mai, ma da quel poco che ho capito di te, hai due possibili strade: la prima è quella di farti aiutare, magari andando in una clinica, oppure essendo sincera con il tuo ragazzo, che mi sembra essere l'unica persona in grado di cambiare davvero il tuo rapporto con il cibo. La seconda strada, invece, ti porterà su un lettino d'ospedale, pelle e ossa. Perchè è questa la verità. Ti renderai conto prima o poi, anche se non te lo auguro, che non apparirai mai veramente magra ai tuoi occhi, e continuerai sempre a vederti come una vacca schifosa, anche se dovessi arrivare a pesare 40 kg.

Ci sono molte cose che valgono più dell'essere magri. Se hai voglia di parlare un po' con me via mail, sempre se te la senti, dei tuoi problemi, e di come vuoi uscire dall'anoressia io ci sono, basta che tu mi chieda la mia mail e te la darò più che volentieri.

In caso contrario, bè, sappi che la mia non vuole essere assolutamente una critica al tuo stile di vita, semplicemente la felicità è molto più facile da raggiungere se non si è anoressici.

Te lo dico io, che sono una persona felice, nonostante pesi 60 kg.
11 maggio 2012 20:12
 
Giuls io non sono pro ana, lo ero prima di capire che ana è una maledetta malattia, ma continuo a desiderarla, dimagrire è più importante di vivere, di essere felice, mi fa piu paura un chilo in piu che la morte stessa, perchè mi sento già morire quando il chilo arriva e si posa sul mio grasso corpo. No non sono felice proprio per niente se non per brevi momenti tipo una giornata con il mio ragazzo o quando dorme da me o quelle volte che usciamo e sn di buon umore. E sì, sono triste, tanto triste, i miei occhi da obesa erano più belli e luminosi degli occhi spenti che ho adesso che la gente mi vede “magra” , riuscivo a sentirmi sicura con 72 kg se ero di buon umore, mi truccavo e indossavo qualcosa di carino e riuscivo a sentirmi già bene se mangiavo due penne di pasta in meno e facevo un'oretta di cyclette. Che paradosso. Ma poi lei è entrata dentro di me e c'è sempre e non posso rimuoverla e sto aspettando con ansia il momento di essere quel cumulo di ossa nel lettino di un ospedale e non lo so perchè, ma so che allora sentirò di avercela fatta. A fare cosa? Boh a stare male, a gridare che sto male, perchè dirlo non mi basta perchè solo quando la gente sta male per me capisco che mi vuol bene ma poi me lo dimentico di nuovo. So che continuerò a vedermi sempre grassa ma smetterò prima o poi, quando arriverò al punto di non vedere piu nulla perchè sarò morta, ma continuo a pensare che a me non accadrà mai.
Ti invidio, perchè tu non sei schiava e invidio tutte quelle che sono grasse o normo peso o magre ma mangiano senza nemmeno accorgersene, come andrebbe fatto per tutti, i pasti dovrebbero essere momenti della giornata normali, cose da fare, come andare in bagno, bere acqua, respirare e battere le ciglia, senza ansia. Ma io ho scelto di no, ho deciso che mangiare sarà un pensiero fisso, anoressia e obesità entrambe ci fanno pensare continuamente al cibo con vergogna, colpa, ossessione e schiavitù e non c'è niente di normale per noi nel mangiare.
Voglio morire di questo e so che sono egoista e cattiva, ma questo non mi fa venir voglia di cambiare anzi mi fa capire che merito di crepare.
Rox

4 commenti:

Iris ha detto...

Non sei sola Rox, io ti capisco perfettamente. Ogni volta che entro in cucina vorrei solo seppellirmi per non desiderare tutto quello che per altri è normalità. Ma continuo a lottare per cambiare il mio riflesso allo specchio, perchè un boccone in più non vale l'insoddisfazione e la rabbia che provo ogni volta che mi spoglio. E forse è una battaglia verso la morte, verso una perfezione che non troveremo mai. Ma alla fine siamo tutti soli contro noi stessi, e questa è una guerra che non vinceremo mai.

Giuls ha detto...

Buondì Roxana sono ancora io, Giuls :)

E' frustrante non poterti parlare faccia a faccia, con un semplice messaggio si fa fatica a trasmettere qualcosa, ma sono comunque contenta della tua risposta, perchè da quello che ho letto mi sono resa conto che, in fondo, una parte di te ha veramente voglia di uscire dal tunnel buio dell'anoressia in cui sei capitata.
Io, come ti ho già detto, sono una persona felice. Ma la mia vita non è tutta rose e fiori. Quando mi spoglio e mi guardo allo specchio anch'io mi vedo grassa e brutta, ma è naturale. Non saremo mai perfette, ci lamenteremo sempre del nostro corpo, fa parte dell'essere donne. In tutto ci vuole un equilibrio, anch'io a volte ho avuto la tentazione, dopo un'abbuffata, di correre in bagno a vomitare, ma non l'ho mai fatto, forse proprio per la paura di ritrovarmi nella tua stessa situazione.

Con questo voglio dirti che di periodi brutti e tristi ne passo anch'io moltissimo, e che fino a poco tempo fa non avevo un bel rapporto con il cibo, tendevo a mangiare di tutto e di più nelle "giornate no", per poi stare a dieta ferrea il giorno successivo. Dopo un mesetto che questa cosa era iniziata, una vocina dentro di me ha iniziato a dirmi "E' sano quello che stai facendo al tuo corpo? Sei felice in questo modo?"

A volte non davo risposte chiare a quella vocina, ma dopo un po' ho compreso che l'unico modo per essere felice era proprio quello di trovare un mio equilibrio, di iniziare magari facendo più sport e mangiando più equilibrato, affidandomi proprio a quella saggia vocina che aveva avuto ragione fin dall'inizio.

La senti anche tu quella vocina? Io sono sicura che, in qualche occasione, anche tu sei in grado di sentirla, sebbene giorno dopo giorno sia sempre più flebile, annientata dalla parte di te che vuole vedersi magra a tutti i costi.

L'unico consiglio che ti posso dare è di cercare di ascoltare il più possibile la voce di cui ti ho parlato prima, perchè rappresenta la vecchia te, quella che sorrideva sempre, quella felice. Prendi un elastico nuovo, magari scrivici sopra frasi del tipo: Sono davvero felice?
può sembrarti una cagatina, ma secondo me è l'unica cosa che può aiutarti a migliorare. Ogni volta che stai per vomitare, o che senti il bisogno di tagliarti, ogni volta che hai la tentazione di mentire al tuo ragazzo, leggi la scritta o fai schioccare l'elastico, poi cerca di ascoltare la vocina dentro di te che non ha mai approvato la tua anoressia, che ha sempre cercato di aiutarti.

Tu non sei sola. Una volta ho letto che, dentro a noi, convivono tante coscienze e che a volte una prende il sopravvento, diventando il tuo "io egemone". E' l'io egemone a guidare la maggior parte delle nostre azioni, ed ora come ora il tuo io egemone sostiene l'anoressia, e sta cercando di convincerti che in fondo non è poi così negativo dimagrire fino a diventare un cumuletto di ossa.
Tutte balle.
Quella coscienza che sta per svanire, quella vocina di cui ti parlavo, se vuoi essere davvero felice deve tornare ad essere il tuo io egemone...
Solo allora sarai veramente padrona delle tue azioni, e solo dandole ascolto riuscirai a non perdere tutte le cose belle che hai e che non riesci a vedere a causa della tua malattia.

Anonimo ha detto...

Giuls vorrei parlarti in privato...cm posso fare?

Giuls ha detto...

scrivimi pure a questo indirizzo email:
Giuls.kiwi@hotmail.it