giovedì 3 maggio 2012

ore 00:32 peso 47.5

Mancano 4 giorni e 1,5 kg basterebbe perdere 375g al giorno per arrivare almeno a 46kg per il 6 maggio, sono 4 kg in piu di quelli progettati, ma è inutile pensare a quello che avrei potuto fare, meglio concentrarmi su quello che posso fare. Certo che se muovessi di più i miei chiapponi e facessi un minimo di allenamento sarei meno flaccida e dimagrirei più in fretta. Giuro che me lo prometto ogni sera domani mi alleno, mi alzo, faccio questo e quello e poi mi alleno me lo ripeto mentre prendo sonno, ma poi questo cancella ogni buon proposito e il giorno dopo mi alzo, mi peso, contenta o scontenta che sia, mi sforzo di iniziare la giornata, di dare una spintarella al metabolismo con la mia minuscola colazione, che ogni giorno mi appare più grande e insapore. Poi mi fermo, decido il da farsi, esco per le mie commissioni se ne ho, se no mi metto al pc, ovviamente controllo il telefono, sorrido perchè c'è il messaggio del buongiorno di R e aspetto la sua chiamata. Poi canto insieme a mio fratello che suona per me, poi arriva l'ora di pranzo, mi sforzo ancora di ingurgitare, poi inizia il vuoto cosmico. Dovrei allenarmi e invece no, allora mi metto al pc, allora dormo, allora aspetto che R mi dica se ci vedremo di pomeriggio o di sera e in base a questo monto il resto della mia giornata, così priva di tutto da lasciare che sia lui a dargli una forma. E' raro che io non possa esserci per lui, perchè non ho impegni, ne stanchezza e anche sentendomi stanca mi sforzerei, perchè vivo quando sto con lui e poi perchè che diritto ha una che si gratta tutto il giorno di essere stanca?
In tutto questo nulla si aggiunge altro svuotamento mediante il vomito, ormai fisso.
Il mio stomaco rifiuta tutto, mi dà la nausea qualsiasi cosa. Non ho voglia di mangiare nulla. Sono già piena di bugie, quelle vere, quelle senza fritto, senza zucchero, senza calorie nè carnevale. Sono bravissima a far sembrare le mie bugie delle verità, tanto brava che chi ha tentato di sgamarmi si sente in colpa per aver sospettato delle mie parole.
Chissà perchè mentire mi da tanta forza, forse la voglia di sbrigarmi e uscire da questo circolo menzognero mi spinge a fare tutto meglio, chissà se domani darà anche a uno spintone al mio corpo e riuscirò ad allenarmi.
Stasera sono uscita con R. nel pomeriggio, dopo il lavoro è andato a dormire e si è svegliato alle nove di sera perciò pensavo che non ci saremmo più visti, ma lui ha insistito perchè uscissimo, non ho voluto dirgli di no, perchè non avevo buone ragioni. Se avessi detto - Non ho voglia di chiudermi in macchina, se usciamo si esce se no me ne sto chiusa in casa - perchè altrimenti sarebbe uscito solo per farmi un piacere.
Ero scazzata e di malumore, poche parole, ancora meno baci e coccole. Niente di niente, alle undici e mezza massimo mezzanotte gli ho detto di portarmi a casa, non ha discusso e mi ci ha portata. Non ha voluto che gli chiedessi scusa, mi ha capita e giustificata, non mi ha nemmeno obbligata a parlare del mio umore. A volte e forse troppo comprensivo, forse mi serviva più polso, che mi dicesse - Chiara che cazzo hai? Perchè mi tratti cosi? - avrei preferito uno strattone che tutta questa comprensione,almeno avrei sprecato la mia rabbia.
E invece me la sono tenuta. Ma non sono arrabbiata con lui.
Sono arrabbiata con me per aver buttato via una serata che avremmo potuto passare a coccolarci, sono arrabbiata con me per averlo trattato cosi male, perchè se lo avesse fatto lui io non avrei capito, mi sarei sentita morire dentro. Ma io non ci riesco ad avere bisogno di qualcuno quando sto male, preferisco stare sola, sono abituata cosi, quando stanno male gli altri ci sono, ma per me ci penso io... Mi devo logorare dentro, finchè il male come si scopre allo stesso modo improvviso torna al suo nascondiglio.
Vi lascio con il testo di questa canzone meravigliosa, che credo possiate proprio gradire,
Com'è straordinaria la vita di Dolcenera
Ci sono momenti che passano in fretta 
e il tempo che vola sa di sigaretta. 
Ci sono momenti che pensi alla vita 
ed altri in cui credi che è proprio finita. 

E ti viene da vivere, e ti viene da piangere 
e ti viene da prendere un treno 
andare affanculo, lasciare tutto com’è, 
che qui non è facile, ti senti fragile, 
qui, dove tutto quello che conta è quello che senti... 
è sentire com’è... sentire com’è... 

Com’è straordinaria la vita, 
com’è, coi suoi segreti, i sorrisi, gli inganni. 
Com’è straordinaria la vita, 
che un giorno ti senti come in un sogno 
e poi ti ritrovi all’inferno. 
Com’è straordinaria la vita, 
che non si ferma mai,si, non si ferma mai. 

E ti viene da vivere, e ti viene da piangere, 
e ti viene da provarci ancora, 
provare a lottare e dare il meglio di te, 
che qui non è facile, ti senti fragile, 
qui, dove tutto quello che conta è quello che senti... 
e sentire com’è... 

Com’è straordinaria la vita, 
com’è, che ti fa credere, amare, gridare 
Com’è straordinaria la vita, 
che un giorno ti senti come in un sogno 
e poi ti ritrovi all’inferno. 
Com’è straordinaria la vita, 
che non si ferma mai,si, non si ferma mai. 

Eh! 

Com’è straordinaria la vita 
che un giorno ti senti come in un sogno 
e poi ti ritrovi all’inferno 
Com’è straordinaria la vita 
che non si ferma mai,si, non si ferma mai. 

E mi viene da ridere 
E mi viene da vivere 

E...


2 commenti:

Ecate ha detto...

Capisco pienamente quello che vuoi dire...penso che però star tutte unite ci aiuti a raggiungere i nostri obiettivi e a capire che la vita è importante ma i sogni pure..soprattutto se il mancato raggiungimento di questi ti impediscono di vivere.raggiungiamoli insieme.riprendiamoci la nostra vita senza accontentarci..siamo noi i creatori di noi stessi!!!

Ecate ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.