lunedì 18 aprile 2011

FAI SCHIFO

Due semplici parole marchiate sull'addome, con una penna tagliente  e un inchiostro rosso sangue.
Questo è ciò che merita una debole, una fallita come me, possiamo accusare, ma c'è chi sa qual'è la verità e finisce sempre per avere ragione, non valgo niente, occupo spazio nel mondo inutilmente,per ferire me e chi mi sta intorno.
Dovevo dimagrire, dovevo aver gia finito a settembre e invece siamo quasi a maggio e io sono con dieci chili in più del previsto, ancora con la stessa guerra in corso, dovevo smettere di tagliami e invece ho l'addome devastato peggio del solito, tra un po' devo andare al mare per il compleanno di mio fratello G, e sarò grassa e tagliata, mi toccherà il costume intero, questo è il minore dei mali, il peggio sarà che G, dovrà guardarmi tutto il giorno ricordandosi che razza di sorella ha, un mostro, che l'unico sforzo che riesce a fare per non distruggerlo e quello di rimanere al mondo, anche se dentro desidera togliersi la vita e sparire.

Nessun commento: