domenica 17 aprile 2011

bella e amata

Che bella serata ho passato ieri con C, era tanto che non ci vedevamo tre settimane esattamente e pensavo davvero di saperne fare a meno e invece  vederlo è stato come alimentare una fiammetta di un fuoco non totalmente spento e ora, direi, totalmente riacceso.
Avevo paura, per il mio corpo, pieno di grasso, avevo paura per tutte le incomprensioni che c'erano state, avevo paura perchè l'evento fatidico di conoscere i suoi amici era arrivato.
Mi ha chiamata circa quattro volte ieri e io dopo che c'eravamo messi d'accordo per vederci, non ho piu guardato nè sentito il telefono, quando me ne sono accorta e mi sono fatta chiamare mancava solo un'ora. Quindi è stato tutto immediato, mi ha chiamata,mi ha chiesto se volevo uscire con lui e i suoi amici, mi ha detto che saremmo stati soli un'ora prima e anche dopo essere stati con gli altri, cosi io sarei stata tranquilla. Non ho saputo dire di no, anche se dentro proprio non volevo.
Dopo aver rivoltato l'armadio e anche il mio stomaco per garantirmi una maggiore magrezza, sono uscita.
L'ho abbracciato, poi in macchina ho mantenuto la mia solita freddezza, assolutamente spontanea, ma che mi piace, so che alimenta il suo interesse.
Mi ha chiesto di parlargli di dirgli le cose che volevo chiarire, ma io ho ammesso di non sentirmela perchè troppo agitata, poi pian piano qualcosa abbiamo chiarito, lui si è sfogato, mi ha raccontato di sè, il tempo trascorso con gli amici non è stato dei migliori, perchè sono diventata timida, ed era davvero tanto tempo tempo che non lo ero e poi non sapevo cosa dire, anche se mi sforzavo di conversare ma pian piano mi sono lasciata andare e sono riuscita ad essere più presente.
Il meglio è avvenuto quando siamo tornati da soli e abbiamo fatto l'amore come non lo avevamo mai fatto.
C mi aveva riempita di complimenti tutta la sera e per qualche ora è davvero riuscito a farmi sentire bella, riempendomi di complimenti, facendomi avvertire tutto il suo desiderio e mentre era dentro di me siamo rimasti abbracciati, avvinghiati e ci siamo detti tante cose, lui mi ripeteva che mi amava, che sono la persona più importante nella sua vita, che aveva bisogno di me, che stare con me è bellissimo.
Mi ha guardata come se mi vedesse per la prima volta e ogni volta mi ripeteva quanto fossi bella come se fossi troppo per lui, e mi è apparso bello anche lui, anche se so che non lo è davvero io lo amo e quando lo guardo sono fiera di essere sua.
Mi ha baciato ogni taglio - Piccola passeranno - mi ha detto e ho voluto leggerla come se non fosse una frase riferita davvero a quei tagli ma a tutti quelli che ci sono stati e che ci saranno.
Mi ha stretta in un modo speciale, mi ha avuta come non ero mai riuscita a darmi e per me è stata come una seconda prima volta, mi ha detto che sono bravissima, e sinceramente avevo proprio bisogno di sentirmelo dire e poi ogni cosa che può sembrare o comunque che è erotica, e magari per qualche pudico sporca, lui sa trasformarla in qualcosa di dolce.
Non avrei voluto lasciarlo mai più, mi sono sentita bella e amata per qualche ora.
Lo amo e sono felice di essere sua, lo amo per il suo essere forte, paziente, per il suo carattere di merda pieno di difetti, per il suo sorriso dolcissimo, le sue mani perfette, il suo sapore, le sue parole, le sue paure, i suoi errori, il suo modo di volermi e di darsi a me.
Si merita il meglio di me, devo dargli il meglio di me e il meglio di me esce quando sto bene con Ana.
Inoltre visto che non posso prendere la pillola e che con il preservativo è rischioso (perche si rompe sempre) ed è anche meno piacevole, beh è meglio se perdo tanto peso in fretta, cosi se perdo il ciclo non avremo più nessun rischio.
Sono tanto contenta, peccato che tra un po' mi tocca vomitare, ma va beh, niente disturba per adesso questo idillio, sono innamorata e felice, sono pronta a continuare, sempre non mostrandogli troppo questo amore, perchè la vittoria è di chi fugge e di questo resto pienamente convinta, ma voglio proseguire, voglio essere la sua ragazza perfetta, voglio accompagnarlo e affiancarlo nelle sue cose con sicurezza, voglio che mi guardi e che continui a chiedersi che ci faccio io con lui?
Più frequente sarà questa domanda, più grande sarà il suo impegno e la sua voglia di tenermi con se..
Rox

2 commenti:

Anonimo ha detto...

che bello +.+
sn contentissima x te ^.^
sl, non trattarlo troppo male ;)
Deb

Roxana ha detto...

ho già pagato il prezzo di tanta felicità...