domenica 21 novembre 2010

FOLLIA

Ci provi e ci riprovi, eppure non ci riesci mai. 
Dici che non scapperai più , ma stai già scappando dalla realtà, perchè scapperai ancora.
Dici che non mangerai più, in questo modo mangerai la tua vita, i tuoi sogni le tue emozioni e quando non ne avrai più sarai di nuovo in cucina, con il cuore in gola, indecisa, non sai se correre prima a prendere la roba in frigo o se quella nella dispensa, meglio il dolce o il salato. 
Poi finisci, stai per scoppiare, il cuore è salito dalla gola alla testa, lo senti battere, hai gli occhi sgranati, che fai? ti assumi la responsabilità delle tue azioni, accetti che peserai come minimo un kilo in più e tieni tutto o ti ficchi due dita in gola? 
Corri in bagno, bevi, bevi, bevi ancora, quando l'acqua comincia a colarti sul mento perchè in bocca non ci sta più ficcati quelle cazzo di dita in gola. Due non bastano tesoro? Allora dai metti tutta la mano, spingi cazzo, spingi. La vena sul collo sembra scoppiare, il viso è paonazzo, gli occhi bruciano, lacrimano, lo stomaco si contrae, spingi ancora vacca. Oh ecco che la tua bocca partorisce tutto, uno schizzo, un lamento soffocato ed ecco le tue colpe che cominciano ad andare via, spingi di nuovo, un altro rovescio, ancora un altro, le nocche cominciano ad arrossarsi per l'attrito con i denti, le ghiandole si gonfiano, la gola brucia quando gli acidi, attraversano il tuo corpo, quasi per ultimi, infine arriva la saliva, magari anche un po' di sangue, ok hai finito. 
Ti guardi allo specchio, controlli che la pancia sia sgonfia, la faccia fa schifo. Sei un mostro gonfio di colpe, perchè anche se hai vomitato, hai sbagliato. 
Perchè hai vomitato? Perchè hai dovuto farlo? Perchè hai mangiato vacca e lei cosa aveva detto, la nostra regina sovrana cosa ha detto? Non devi mangiare cazzo! 
Ci sono bambini che muoiono di fame, gente che digiuna per giorni e tu, misero essere fallito non sai resistere, tu che puoi concederti il lusso di un po' di frutta, di un po' di verdura e di tanta tanta acqua? No, povera, lei non si regge, lei non ce la fa, lei è sottomessa alle tentazioni, la regina è cattiva. 
Tu hai scelto che lei ti governasse e adesso che fai ti tiri indietro? Cos'è è troppo difficile? 
Meglio correre da Mia giusto, cosi mangi ciò che vuoi e poi lo butti, tanto è gratis vero? Quel cibo è comparso per miracolo o maledizione nel tuo frigo, non lo hai procurato con i soldi di tuo padre, con le sue umiliazioni, con le sue otto ore di lavoro, con la sua fatica, con il suo sforzo di alzarsi ogni cazzo di mattina per andare in quella fottuta fermata del bus a morire di freddo e in quella cazzo di fabbrica fallita. 
Ah ecco, ora te ne ricordi, allora forse dovresti punirti non credi? 
Apri l'armadietto, cercala, cerca la forbicina. Oh eccola, dai vacca schifosa, prendila.
Oh povera le tremano le manine, non perdere tempo, quando devi afferrare un panino non ti tremano le mani eh, non ti tremano quando le ficchi in gola. 
Vacca fallo. 
Brava l'hai presa, tira su la manica, cerca quel taglio, si il solito, sempre lo stesso. Ha già fatto la crosticina eh, sei talmente un maiale che non hai nemmeno dato il tempo alla ferita di sparire che già la devi ritagliare ahahha fai proprio schifo. 
Ecco appoggia la punta della forbicina su quella linea già tratteggiata, premi, premi ancora, lo senti il dolore eh, brucia? Bene, piangi dai, piangi e premi, piangi e premi. Premi, premi ancora, dai, dai, si eccola la pozione, la pozione che indica la fine di tutto, rossa come i tuoi capelli, come le labbra che hai voluto posare sul proibito, eccolo il tuo sangue... brava, tampona, asciugati gli occhi, rimettiti in ordine. Aspetta ancora un attimo, il rito non è finito, ora promettiti che domani sarai brava. 
Ecco, domani è oggi. 
Oggi sei stata brava? 
Pensaci, pensaci bene. 
No, non lo sei stata affatto, avevi detto 300 kcal, max 350, sei arrivata a 400. 
Vergognati. 
Alzati ed esegui il rito. 
Resterai una merda comunque, ma almeno te ne ricorderai sempre più spesso e forse un giorno capirai, capirai che non puoi chiedere aiuto alla regina sovrana e poi tradirla, non puoi vivere trasgredendo le regole, non puoi mangiare, ogni singola caloria è una colpa, se vuoi stare tranquilla devi rinunciare alle colpe. 

    Questo non è equilibrio, questo non è controllo, questa è pura follia, è la coperta del bisogno unico di morire.. 
      ogni giorno trascorso vivendo è un giorno in cui muori, troppo patetico dire che vuoi morire, meglio dire che 
      vuoi essere magra, brava sei chic. 

Rox

6 commenti:

fede ha detto...

tremendamente crudo.

leggere tutto questo, guardare in faccia alla realtà mi riempe il cuore, l'anima di paura.
paura e ansia. quell'ansia che non ti permette di dormire, pensare,respirare.

♥♥♥ღღღ***AnA***ღღღ♥♥♥ ha detto...

Leggere tutto questo é stato.. non so come dire.. strano.. mi ha in un certo senso toccato anche se questa é la mia vita.. faccio e penso le stesse identiche cose. Non voglio dire adesso che con quello che hai scritto voglio mollare tutto o cosi' nient'affatto. Pero' é stato strano.. capire che io sono veramente diventata cosi'? sono io quella persona che hai descritto?? Sono cambiata tanto in questi anni ma l'unica cosa che mi tiene realmente in vita é Ana e Mia.. orami sono in trappola.. un po' da una e un po'dall'altra. Questa non é vita ma come hai scritto nell'ultima frasi.. tropo patetico dire che vuoi morire.. meglio dire che vuoi essere magra.. cosi' facendo scomparire da sola aggiungerei.

Tutti si aspettano troppo da me, non voglio deluderli ma so che presto o tardi lo faro' in tutte le maniere per tutte le cose possibili che io o fatto e ora non parlo con di questa cosa, ma anche deegli studi e che sto buttando nel cesso in mio futuro.

ciao

Roxana ha detto...

Mi dispiace Fede, ero in preda all'ira e alla disperazione, pur essendo stata abbastanza brava sia ieri che oggi, pur essendo tornata al mio peso, non mi fa più felice,non mi fa più felice nulla, sono solo disperata, ma non volevo ferire nessuno, però è questo che siamo, lo so è crudo come post, c'è tanta disperazione, rabbia, cinismo, ma è solo la verità, nuda e cruda, il ritratto di noi stesse.
Ana, siamo identiche, tante sagome, con moventi diversi, che nn fanno che farsi male, e come dici tu, non solo fisicamente, ci piace distruggere anche la nostra vita, forse perchè avere la conferma delle cose è lievemente meglio che averne il sospetto, perciò se pensiamo che deluderemo tutti, cominciamo con il deludere noi stesse, anche da me, come da te, la gente si aspettava troppo, e si aspetta tutt'ora troppo, forse voglio dimostrargli che sbagliano.
Tutto questo è sbagliato, lo sappiamo, ma perchè nessuna di noi, si decide a mollare?
Un bacio e un abbraccio forte a entrambe, scusate la brutalità delle mie parole.
Rox

Lavinia ha detto...

Dio mio quante lacrime.. QUELLA SONO IO. la ragazza descritta sono io. Non posso crederci. Eppure, anche se me ne rendo conto... il mio cuore e la mia testa dicono NO NON MOLLARE! mi sento così in trappola, così condizionata. Dicevo, quando ho iniziato a seguire ana, che seguendola almeno avrei avuto il controllo sul mio corpo e sulle mie decisioni nei confronti del cibo.. ma non è vero! non è così!! io non sono LIBERA DI SCEGLIERE! sono fottutamente condizionata da quella cazzo di voce nella mia testa che continua a dirmi sempre le stesse cose!! la odio non la sopporto più!! eppure la amo allo stesso tempo! oh mio dio sto scrivendo questo post e intanto piango, singhiozzo! e non basta il pianto ho una cazzo di lametta letteralmente impiantata nel braccio! non mi basta mai! MAI! NON RIESCO A SMETTERE DI FARMI DEL MALE! mio dio cosa mi sta succedendo?? mi sento pazza. mi sento morta. mi sento incapace, mi sento male :( scusami Tesoro per la volgarità e la poca scorrevolezza ma .. mi è venuto tutto talmente spontaneo.. le parole che ho scritto le ho sputate con rabbia sulla tastiera

ti adoro
Tua Lavinia

Roxana ha detto...

non volevo fare del male a nessuno, non ho riflettuto prima di postare, ma anche adesso che ho riflettuto,non ho nessuna intenzione di toglierlo, queste siamo noi, questo è ciò a cui, noi nonostante tutti gli avvisi ci siamo ridotte, ora questo post può provocare diverse reazioni:
la più scontata, è quella che ci riconosceremo nella descrizione, piangeremo per la vergogna e il dolore che possiamo provare a vedere nero su bianco la nostra descrizione, e poi ci puniremo, piangeremo o ci taglieremo o ci abbufferemo e poi? poi rimarremo nel nostro nido o forse qualcuna si deciderà per pena di se stessa a uscirne.
La seconda reazione è che qualche bimbominkia che vuole intraprendere questo viaggio, leggendo post e commenti scappi a gambe levate.
Scusa, questa risposta è nuovamente franca e brutale, ma ho appena avuto uno scatto d'ira... spiegherò poi, quindi ho ancora i nervi accesi.
Quella cazzo di voce non esiste, la comandi tu ok? devi solo deciderti che quella minchia di voce può urlare quanto vuole, ma sei tu che agisci, come sei in grado di resistere a non mangiare devi resistere anche quando la coscienza urla - Non mangiare, non mangiare - tu mangia lo stesso la tua porzione corretta. Poi quando la voce scalcia nello stomaco perchè vuole che tu butti via quel cazzo di cibo, tu lascia che scalci resisti, se stai male davvero ti vomiterai addosso, ma vedrai questo non accadrà, lo stesso vale per tenere a freno la lametta.
Io per prima so che nn è cosi semplice, io per prima so che rimarrò nel mio nido e che non tenterò, è cosi confortante lasciare che le cose corrano, qualcuna vuole darmi la dimostrazione che si può fare diversamente?
Lavi ora passo nel tuo blog.
Rox

Lavinia ha detto...

tesoro, senza di te non so come farei, sto facendo il possibile per lottare, e voglio vincere ma sembra davvero difficile, ricorda che ci sto provando te lo giuro.
ti adoro

tua lavinia