martedì 26 ottobre 2010

IN ME

Finalmente sono tornata in me. 
Stamattina sono andata a correre, il ginocchio si è bloccato ancora, quindi mi sa che domani dovrò tenerlo ancora fermo che palle. 
Beh a parte questo e a parte al fatto che peso schifosamente 46.9, sto bene, perchè oggi sto seguendo Ana alla lettera senza fatica, preferisco concentrarmi sul lavoro che sto facendo e poi baderò ai risultati, mio fratello dice che considerando tutto quello che ho mangiato e considerando che non vado di corpo da circa una settimana mi è anche andata di culo e che i chili ripresi si perdono in fretta, spero che abbia ragione. 
Sto bene quando seguo Ana, è come un balsamo per il cuore, me lo conforta ogni qualvolta sento il dolore per il mio peso, per questo periodo di fallimenti, oggi che sto facendo la brava mi sento bene. 
Vorrei ringraziarvi tutte, davvero, perchè mi ricordate sempre di tutte le volte che sono riuscita a rialzarmi e quando mi ricordo dei miei fallimenti e delle riprese consecutive mi sento più forte, mi sento meglio con me stessa e mi rialzo, proprio come farò anche questa volta. 
Non mi importa quante volte cado, questa è stata forse la caduta più tosta che ho fatto, perciò da questa grossa caduta devo ricavare la più grande risalita, che non è altro che una discesa verso i 42, ma per ora pensiamo ai 45 che  è meglio, un passo alla volta. 
Un bacione
Rox

5 commenti:

Ester* ha detto...

il vero fallimento è non riuscire a combattere l anoressia, è piu semplice uscire dall anoressia o starci dentro? una schiavitù.. Pero io tutto quello che posso fare è rispettare una scelta e dirti che la vera vittoria secondo me è combatterla e vincerla e non cadere nelle sue braccia... io ero piena di speranza, spero che un giorno capira meglio che non è una culla questa, solo un modo di nascondersi e non vivere perche secondo me questa non chiamata vita..
io il mio sostegno te lo darò nel momento che vorrai lasciarla, e se vuoi lo farò ancora ma dimmelo liberamente se vuoi che ti aiuti oppure mi faccio i fatti miei, anche se di aiuto psso darti bene poco che non parte da te, in ogni caso ti abbraccio e ti sono vicina nei dolori che provocherà lei, e ti rivolgerò un pensiero gni volta che ti sentirai sola.

Ester* ha detto...

ricorda che sei solo una ragazza e che non meriti tutto questo dolore, parla con tuo fratello sfoga i tuoi dolori, nessuno piu di lui ti ama, e sarà sempre ad aspettare un tuo si..

Anonimo ha detto...

parla con tuo padre

Roxana ha detto...

Ciao Ester, tu hai ragione, l'anoressia è una malattia e la vera forza sarebbe riuscire ad abbandonarla, ma per ora come ho già detto non ci riesco e non ci riesco perchè ancora nn lo voglio davvero, perchè da lei traggo soddisfazioni, per sentirmi una vincente devo perdere, perdere tutto e forse poi saprò riscattarmi, non lasciarmi sola, so che cadrò ancora e so che allora avrò bisogno di sostegno e se tu ne vorrai, potrai cercarlo e spero anche trovarlo in me.
Un bacio Rox

Roxana ha detto...

Mai, povero, mio padre non c'entra niente, finirebbe per colpevolizzarsi, non capirebbe mai, non capire lo farebbe innervosire e innervosirsi lo porterebbe a dirmi delle cose cattive che mi metterebbero ko, ci faremmo del male a vicenda, inutilmente.
Rox