venerdì 24 settembre 2010

IL COMPLEANNO DI MIO PAPA'- LUI O ME STESSA?




Oggi è il compleanno di mio papà, 60 anni, è un compleanno importante, diverso da tutti gli altri, si cambia decina, mio padre non è molto contento, penso che tema di invecchiare, così per una sera vogliamo farlo sentire importante, io e mio fratello ci siamo messi ai fornelli abbiamo preparato, pizza, torta di pesche, pasticcini con crema chantilly e ciambellini al forno e ho già assaggiato qualcosa, wow che brava Ana che sono!! L'abbuffata di ieri non l'ho pagata, di sera ho vomitato e stamattina pesavo 45.9 kg e allora non vorremmo mica lasciare questo buon risultato? No, figurati, arriva il compleanno di mio padre, non posso rifiutarmi di mangiare, lo farei soffrire e mi sentirei in colpa, ma mi soffro io e mi sento in colpa comunque se mangio. CHE COSA FACCIO??? 
Voi non potete immaginare quanto sia importante per me mio padre, la sua opinione, il suo umore la sua salute. 
Mi manca tantissimo il nostro rapporto, i nostri incontri dopo cena in camera mia, dove fumando lui si sfogava con me.... 
Non c'è più nulla. 
Lui esce la mattina, quando io dormo, va a lavoro, torna quando io sono a scuola, e quando io torno da scuola è sera tardi e lui dorme. 
Oggi finalmente lo vedrò, voglio esserci alla sua festa, voglio farlo contento e lui è contento quando io mi siedo a tavola e mangio insieme alla famiglia, senza la bilancia del cibo vicino, ma io no. 
Potrei mangiare e vomitare, ma devo stare attenta che non mi senta perchè se no poi si sente in colpa... 
Io non ho proprio voglia di mangiare, ne di festeggiare, ne di pagare pegno sul cesso. 
Ma lo farò, mangerò, festeggerò, vomiterò... 
Io amo mio papà e odio me, vale la pena far qualcosa per qualcuno che amo che non per qualcuno che odio. 
Ciao Rox 

2 commenti:

fede ha detto...

Sensi di colpa di merda! sono loro che ci fregano e ci fanno sentire uno schifo. Comunque io mi comporterei nello stesso modo...

Roxana ha detto...

detto fatto =(