venerdì 24 settembre 2010

ESISTE LA VITTORIA?

Ecco, lo sapevo, la crisi è tornata. 
Va sempre così, trascorro qualche giorno o settimana sopportando, caricando il serbatoio e poi mi sento esplodere. 
Quando finirà tutto questo? Quando potrò godermi una festa senza poi avere la necessità di vomitare o il terrore della bilancia, che sembra avere un'anima, sembra essere una persona, una burattinaia e io sono la marionetta. 
Cosa dirà domani la mia bilancia? 
Quanto cara mi costerà questa festa? 
Il peggio è che tutta la mia angoscia, il mio dolore e tutte le mie preoccupazioni, sono solo mie, non posso parlarne con nessuno, perchè verrei presa per matta, perchè sembra stupido che una di 46 kg abbia paura di ingrassare, che si disperi se ne pesa 47, ma io non sono matta, sono Ana, sono una che lotta per quella perfezione che sembra sempre troppo lontana....
Lotto ma sembra una partita morta, che ha due sole possibilità, pareggio se resto cosi, sconfitta se ingrasso e la mia vittoria? dov'è la mia vittoria? 
Esiste?

4 commenti:

fede ha detto...

Purtroppo Rox non ho una risposta a questa domanda e forse neanche ne esiste una...ma voglio riportarti dei pensieri che avevo scritto più di un anno fa per farti capire che puoi condivedere questo dolore.
La speranza non ci abbandona mai eppure niente cambia...

"Solo noi conosciamo veramente ciò che stò vivendo…quella costante sensazione di inadeguatezza, riluttanza verso sé stessi, una profonda frustrazione accentuata dalla consapevolezza di quanto il tuo unico desiderio di felicità sia superficiale agli occhi degli altri.
Un’età così bella passata a nascondersi dal resto del mondo senza lasciare che le persone care possano realmente conoscerci, tenendo sempre a distanza il resto del mondo.
Sole in mezzo agli altri.
In questo momento sento solo angoscia, ansia, dolore, un enorme fallimento; ma l’unico modo per risollevarsi è reagire, non lasciarsi cullare dallo sconforto e precipitare in quel circolo vizioso che mi ha trascinato in un baratro fatto di ossessioni.
Reagire, reagire, reagire.
È vero, ho sbagliato, ho rovinato tutto, ma ormai ciò che è fatto è fatto, non si può tornare indietro ma arrendersi non è e non dovrà mai essere la soluzione.
Mi auguro di riuscire a riprendere in mano la mia vita e riuscire finalmente ad essere felice.
Spero solo, se mai riuscirò nel mio intento, di non commetter mai più gli stessi stupidi errori che mi hanno solo rubato un altro anno di vita."

"Troppo debole per essere anoressica e troppo debole per stare bene…una bulimica.
In continua lotta contro me stessa con un solo pensiero fisso: il cibo, il mio corpo, l’odio per me stessa, il cibo, il mio corpo…24 ore su 24, chi non soffre di questa malattia non potrà mai capire quanto tutto questo sia estenuante, sfibrante, ti prosciuga fino a lasciarti come un guscio vuoto…senza più nulla da ricevere né tantomeno da offrire, un surrogato di una persona…ecco i veri non-morti di cui tanto il cinema parla…i veri non-morti siamo noi.
Senza ragion d’essere."

"H 3.45 di notte

Ora torno a dormire,
domani è un altro giorno,
si ricomincia a vivere e lottare in silenzio.
Mentre mi lacero il tempo passa e io sto lasciando che la mia vita mi sfugga dalle mani.
Ho 21 anni, dovrei essere felice e spensierata.
Sto perdendo gli anni più belli e non me lo perdonerò mai."

Roxana ha detto...

fede mi hai toccato il cuore, hai toccato il punto esatto che fa piu male, tu sai davvero come sto lo sai davvero, ma la soluzione non deve essere arrendersi, hai ragione... hai ragione su tutto.
Rox

fede ha detto...

E' bello sapere che esitono persone che possono capirci quando tutto il resto del mondo sembra non esserne in grado...sono felice di averti conosciuta, il fardello è più leggero se condiviso!

Roxana ha detto...

Hai ragione, reggiamolo tutte insieme e sarà più semplice, sono felice anche io di conoscerti