martedì 10 agosto 2010

SMASCHERATA PER UN PELO


Ogni giorno prendo un sacchetto di plastica, mi dirigo in bagno, mi metto sotto la doccia e vomito nel sacchetto, poi lo svuoto nel gabinetto, lo lavo e lo getto via, nessuno si è mai accorto di nulla.
Ieri ho vomitato direttamente nella vasca, era tutto liquido inizialmente, quindi andava giù, poi è arrivato il cibo intero, e anche quello è andato giù, sembrava che tutto andasse bene.
Stasera G, mio fratello, mi ha detto che la vasca era intasata, non potete immaginare la paura che ho avuto, mi ha detto che stava cercando di risolvere il problema da solo per non farlo notare a mio padre, ho passato ore con l'ansia che il mio vomito fosse ancora li, ora tutto sembra essersi risolto e nessuno ha scoperto niente, ma mio fratello è sospettoso, si arrabbia tantissimo quando vomito, anche se fingo dei malori che non ho, non voglio immaginare cosa farebbe se sapesse che ho ripreso a vomitare volontariamente, non potrei nemmeno difendermi dicendo che sto male e che non ho detto nulla per non farlo preoccupare, questa scusa potrei inventarla se le tracce fossero nel cesso, ma vomitare sotto la doccia è un chiaro segno che è stata un'azione diabolica, studiata e messa in pratica per mettere a tacere il senso di colpa.
Una volta, mentre vomitavo nel sacchetto mia sorella ha bussato in bagno, io e lei non abbiamo vergogna a mostrarci nude una davanti all'altra e se abbiamo bisogno del bagno, entriamo anche se lo sta usando l'altra, le ho sempre aperto, quindi anche quella volta dovevo farlo, cosi ho chiuso il sacchetto e l'ho nascosto dietro la lavatrice, le ho aperto e non si è accorta di nulla, ma me la sono vista brutta.
Per non parlare di una settimana fa o due, ora non ricordo, una notte ho vomitato nel cesso e poi sono andata a letto, ho cercato di fare il più silenziosamente possibile, pensavo mia sorella e mio fratello, i piu attenti, dormissero , ma la mattina dopo entrambi mi hanno chiesto se avevo vomitato la sera prima, io ho negato, scherzando, con disinvoltura, come se nulla fosse, gli ho guardati come se fossero matti, è incredibile come io sia diventata brava a mentire, un anno fa nn ci sarei mai riuscita, sarei diventata paonazza, avrei balbettato e dopo poche insistenze avrei detto la verità e invece ora mento sempre, cosi bene, che tra un po' ci credo anche io, ma devo stare più attenta, devo evitare di abbuffarmi, di conseguenza non sarà necessario il vomito e non rischierò di essere scoperta, quella forse è l'unica azione che non mi concedono, per il resto sono una cretina, poichè sono libera di nutrirmi come e quanto voglio, oltre a sorbirmi un po' di prediche e sguardi di disappunto non mi fanno nulla.
Devo assolutamente ritrovare me stessa, i miei sforzi di un anno, tutte qst menzogne, non possono essere vanificate, io non posso comportarmi cosi con Ana e con voi. Io devo essere un buon esempio per voi e devo essere riconoscente ad Ana, devo darle quello che vuole per avere io quello che voglio, la Perfezione.
Le ho venduto la mia anima, la mia vita, me stessa, non posso riprendermeli, non li rivoglio, voglio solo essere Perfetta, leggera come l'aria che si sente ma che non si vede, bella come una farfalla, senza questo macigno nel cuore che si chiama COLPA.
Non abbandonatemi, dove siete? Ho bisogno di voi e ho bisogno di far pace con Ana che sicuramente è arrabbiata con me, devo farmi perdonare.
Rox

Nessun commento: