giovedì 22 luglio 2010

DIETA GIFT

LA DIETA GIFT

Dieta GIFT significa Gradualità, Individualità, Flessibilità, Tono.
Questi sono gli aspetti principali di cui tiene presente questo regime alimentare.
Gli aspetti più significativi consistono
nell'attivazione del metabolismo, nel calmare l'attività insulinica, e nella qualità dei nutrienti.

ATTIVAZIONE DEL METABOLISMO:
Attivare il metabolismo significa mantenerlo a pieno regime nello svolgere le su e normali funzioni come:
consumare calorie, eliminare le tossine, riparare tessuti danneggiati, nel mantenerci vivaci a livello mentale e dal punto di vista fisico.

In mancanza di questa sua attività ci ritroviamo con un metabolismo pigro, che non sopperisce alle sue funzioni regolari.
Un aspetto davvero interessante da sapere, è che quando diminuiamo l'apporto calorico quotidiano, l'organismo risponde rallentando i suoi consumi, come istinto naturale di sopravvivenza. Questo è il motivo per cui solitamente, dopo avere seguito dei regimi alimentari a basso contenuto calorico per un po' di tempo, l'organismo recupera successivamente i chili persi non appena torniamo ad un consumo di calorie normale.
Per questo motivo la dieta GIFT cerca di assecondare le naturali tendenze del corpo, piuttosto che contrastarle, mantenendo alti i consumi energetici durante la giornata, distribuendo bene i pasti in modo equilibrato e attivando il metabolismo attraverso il movimento fisico.

In genere si prevede un'abbondante colazione completa, un pranzo equilibrato, ed una cena leggera. Questa distribuzione delle calorie fa si che il corpo parta a pieno regime dalla mattina, rallentando poi gradualmente verso sera, in modo da limitare l'accumulo calorico e di grasso, tipico di chi abbonda nel pasto serale, senza possibilità di smaltimento.

ATTIVAZIONE FISICA:
Il secondo e importante aspetto della GIFT, è il movimento fisico.
Svolto in modo costante, produce un'attività coerente di tutti i distretti corporei.
L'esercizio fisico migliore è quello AEROBICO.
Svolto dunque, sia in palestra, sia in attività all'aperto, come nuoto, passeggiate, bicicletta ecc ecc.
L'attività deve essere costante e graduale nel tempo, per produrre sia un adattamento corporeo, sia lo sviluppo della massa magra (muscolare), che aumenterà la nostra "cilindrata" incrementando il consumo energetico anche a riposo .

CALMA INSULINICA:
l'insulina è un ormone secreto dal pancreas che ha la funzione di regolare il livello degli zuccheri nel sangue, ed è impiegato anche nella ricostituzione delle scorte di glicogeno (zucchero che deriva dal mondo animale), cosi' come nell'accumulo di grassi di riserva.
Il suo compito dunque è quello di smorzare gli eccessi zuccherini del nostro corpo.
Quando il livello di zuccheri nel sangue è basso, il nostro cervello crea lo stimolo della fame, quando il livello è alto, viene inviato il messaggio al pancreas che interviene, producendo insulina necessaria per abbassare i livelli.
Ogni volta che ingeriamo un bel piatto di pasta, nel nostro corpo scatta l'allarme insulina, per intervenire e smorzare l'eccesso.
Succede dunque che una continua stimolazione insulinica produce negli anni il Diabete, ovvero una incapacità dell'organismo di fare fronte agli eccessi di zucchero. Mandiamo per cosi' dire in tilt le funzioni dell'insulina.
Nel momento in cui ingeriamo pasta in eccesso, l'insulina deve intervenire ad abbassare l'eccesso di glicemia. Dopo due ore però ci ritroveremo con una glicemia bassa, e avremo lo stimolo della fame che ci spingerà a mangiare di nuovo. Ma sarà una fame fasulla, che non risponderà alle reali esigenze del nostro organismo.
Un ulteriore spuntino a base di carboidrati, produrrà gli stessi effetti precedenti.

La dieta GIFT dunque mette in atto alcuni comportamenti alimentari rivolti al mantenimento della calma insulinica, provocando cosi' una inversione del processo insulinico e una riduzione del peso in eccesso.

Per realizzare questo obbiettivo la Gift prevede:
Accoppiamento proteine/carboidrati
Scelta di cibi a basso contenuto glicemico
Carico glicemico controllato
Utilizzo di carboidrati integrali
No ai cibi zuccherini raffinati
Controllo dello stress
Inoltre occorre utilizzare cibi salutari con elevate qualità nutritive, come cibi freschi, crudi e ricchi di fibre. Assumere abitudini sane di vita e di alimentazione.

QUALI CIBI SCEGLIERE?
Cereali integrali - Latticini non scremati e senza polifosfati o sali di fusione - Affettati come prosciutto cotto, crudo, bresaola, tacchino, roastbeef, ed evitare quelli conservati con nitrati o polifosfati - Frutta solo fresca e di stagione - Verdura di stagione e fresca - Carne magra, pesce, uova, anche surgelati - Legumi freschi e non in scatola - Miele e marmellate senza zucchero e da sostituire con il consumo di zucchero - Semi oleosi come noci, nocciole, pistacchi, arachidi non zuccherati ma al naturale in quanto ricchi di omega 3-6

CIBI VIETATI:
Alcolici e superalcolici - Bibite zuccherate - Farine raffinate e dunque pasta, pane e pizza, torte, ecc ecc - Prodotti zuccherati come merendine, biscotti marmellate zuccherate, cioccolata ecc. ecc.
Prodotti con grassi idrogenati, come salsine, creme da spalmare ecc. - Olio di bassa qualità come di semi vari.

PREPARAZIONE DEI CIBI CONSENTITA:
le cotture previste sono semplici e veloci, evitando soffritti, stracotti o fritture.
Evitare glutammato monopodico, cioè il dado o preparazione granulare. Evitare buste pronte o minestre conservate. Limitare il sale e ogni alimento conservato.
No ai dolcificanti e allo zucchero, ma sostituire con il miele.
Per i condimenti utilizzare olio extra vergine di oliva, limone e poco aceto.
Limitare l'utilizzo di cibi precotti come tonno, legumi e carne.

COME ORGANIZZARE I PASTI:
Nella dieta GIFT sono previsti: La colazione come pasto principale, il pranzo e la Cena come pasto leggero.
Inoltre possono essere consumati spuntini come frutta fresca, succhi di frutta o frullati non zuccherati e bevande non zuccherate.

Ogni singolo pasto prevede:

una porzione di carboidrati complessi tipo integrali come pasta, pane integrale, oppure in alternativa piselli, lenticchie, fagioli o patate. La quantità necessaria è di 60gr.

Una porzione di proteine quali: carne, pesce, uova, latticini, semi oleosi in quantità di 60 gr.

Una porzione di frutta e verdura, quali: Verdura cotta o cruda, oppure frutta fresca addolcita con miele in misura di 60gr.

Condimenti come: olio extravergine di oliva anche per cotture. Con moderazione.

Inoltre massima libertà di frutta non zuccherata e verdura non condita.
Consumare molta acqua e tisane non zuccherate.
Praticare tanto movimento aerobico.

I pareri relativi a questo regime alimentare sono davvero ottimi. La dieta si presenta molto equilibrata e sana, inoltre il movimento fisico assicura il mantenimento nel corso del tempo, e una particolare attenzione ai benefici che comporta a livello psicofisico.

Nessun commento: