lunedì 26 luglio 2010

600 kcal scoperta sulla fame ATTENZIONE

Ciao ragazze, anche oggi tanto lavoro, tanta fame e di nuovo qualche eccesso di sola frutta e verdura scondita, ma sempre di eccessi si parla, mi disp davvero, so che sono una delusione per tutte, ma non è facile ravvedersi e ricominciare, sto cercando di non disperarmi come al solito, di pensare che oggi ne ho fatte 600, che sono la meta di quanto dovrei prendere come norma, e che domani farò meglio, magari 500 poi 400 e infine 300...
Pian piano ce la farò a tornare in me.
Domani e dopodomani sto con i miei amici, spero solo di non cadere in tentazione sostenetemi ne ho bisogno.
Mi sembra come quando ero all'inizio sto ricominciando da capo, con le stesse difficoltà che poi per me nn c'erano più, mi ero abituata alla mia nutrizione mini, necessaria per vivere e invece adesso... uff odio l'estate.
Ho scoperto che in estate si ha piu fame perchè il nostro cervello confonde la fame con la sete, quindi spesso abbiamo sete e non fame, ma ci sembra di avere fame e mangiamo.
Cercherò di tenere a mente qst scoperta e di bere quando ho fame.
Scusatemi ce la sto mettendo tutta, so che posso fare meglio Kiss Rox

PENSIERO PER NOI

" Invincibile non è colui che vince sempre ma colui che impara a raccogliere dalle
sconfitte opportunità di rivalsa, tese alla vittoria finale che rendono l'anima
e il cuore impavido" di Antonio Pistarà. Non mollate mai ragazze, non dobbiamo mollare MAI!

HO VINTO MA....

Ciao ragazze, la mia battaglia si è completata prima del previsto, oggi e domani non vedrò i miei amici, sono fiera di dirvi che ho vinto io, sono molto contenta e soddisfatta, l'unico problema è che peso 47, credo che sia legato come al solito alla mia stitichezza e ai muscoli che dopo tanto lavoro si gonfiano inevitabilmente, spero di perdere presto qualcosa e tornare al mio 46 per poi andare ancora più giù e vista la forza che ho ritrovato non credo sia difficile. Un mega bacio e mi raccomando se avete bisogno di me, io sono qui.
Rox

domenica 25 luglio 2010

2 a 0 PER ROX

Ciao ragazze, la mia battaglia procede bene, oggi ho lavorato tutto il giorno ho calcolato quanto ho bruciato ben 1728 kcal e ho mangiato solo a colazione ( caffè + 50 ml di latte parz scremato 16.5 kcal 1 fetta biscottata 22.5 kcal e un biscotto magro 20 kcal) e cena ( 200g di pomodori 34 kcal, 10g di formaggio 30 kcal 50g di pane 129 kcal una fetta di melone 17 kcal ) sono intorno alle 240 kcal.
Chissà se ho perso qualcosa e se i miei muscoli per una volta staranno buoni e non mi romperanno le pale dandomi peso.
A proposito stamattina pesavo 46.8, sto perdendo 100 g al giorno, poco ma meglio che niente.
Scusate se sono rimasta nel tecnico, ma sono davvero esausta, volevo farvi sapere le notizie principali, ora mi dedico un po' al progetto per il contest di chiara wants http://chiarawantsoneswithout.blogspot.com/ non dimenticatelo mi raccomando.
Un bacio Rox

sabato 24 luglio 2010

TUTTO PROCEDE BENE CON FATICA MA BENE RINGRAZIAMENTO SPECIALE A PELLEOSSA

Ho fame lo ammetto, la sento, la tentazione mi sta addosso, ma devo essere contenta, se non avessi fame la mia battaglia sarebbe troppo facile, invece io vincerò facendo fatica e la soddisfazione sarà maggiore, non vedo l'ora che sia stasera, per farvi sapere il risultato finale del mio primo giorno.
Inoltre approfitto di questo spazio per ringraziare pelleossa che mi sta aiutando tantissimo, trascorre tutto il giorno con me, ci parliamo per e-mail, ed è come se io stessi cadendo giù da un burrone, ma non cado perchè lei mi tiene la mano. Grazie tesoro, credo che senza di te ora sarei davvero a terra, invece voglio lottare e come fare me lo stai insegnando tu.
Un bacione Rox

LA MIA BATTAGLIA GIORNO 1

Ciao ragazze, oggi è sabato, è il mio primo giorno di guerra contro me stessa, peso 46.9 kg, C, è forte dentro di me, vuole uscire e farsi sentire, è un anno che la metto a tacere, ma questi 4 giorni saranno per me l'occasione per eliminarla per sempre, di lei non resterà traccia, resisterò a tutte le tentazioni e magari tornerò anche ai miei 46kg. Vincerò sicuramente la mia battaglia, so di non essere sola, con me c'è Ana e ci siete voi care Roxanine, so che non mi abbandonerete, io vincerò e quando avrò ucciso ed eliminato quella parte debole di me, non cadrò mai più in tentazione, niente e nessuno mi fermerà e la corsa verso i 40 kg sarà come una discesa da uno scivolo unto di olio o di sapone, io sono forte, io ho superato tutto, io ho battuto 26 kg di grasso, io sono sfuggita alla tentazione della morte, io ho controllo, ma soprattutto ho volontà e volere e potere.
Di me resterà solo Rox, che vuol dire autocontrollo, autostima, perfezione, forza.
Mi sento come una guerriera invincibile, io, Rox, ucciderò C, la eliminerò e di lei non resterà niente, beffarda e perfetta riderò in faccia al suo solo cadavere che puzza di grasso e di imperfezione, è una debole, i deboli fanno errori, gli errori rallentano il lavoro, il lavoro lento mi infastidisce e i fastidi vanno eliminati.
Rialzarsi da una caduta mi da una forza sovraumana e questi 4 giorni sono l'occasione perfetta per dimostrare a me stessa quanto valgo, io posso tutto.Rox

venerdì 23 luglio 2010

IO






A.A.A CERCASI SOSTEGNO NUOVI OBBIETTIVI

Ho intenzione di superare questi 4 giorni con forza, devo resistere perchè so che se ce la faccio sarò così fiera di me stessa che niente e nessuno mi fermerà più fino ai tanto sospirati 42. Oggi è il primo giorno ed è terminato con succeso 1 a 0 per Rox =)
Sto cominciando a pensare di arrivare a 40, per due chili fermarsi mi sembra inutile.
Quindi ricapitolando gli obbiettivi riguardanti Ana sono:
- Arrivare a 45 entro agosto
- Arrivare a 42 entro settembre
- Arrivare a 40 entro ottobre
- Superare questi due giorni di lavoro, oggi e domani, resistendo alla fame che sicuramente sarà maggiore vista la fatica che mi aspetta.
- Superare lunedì e martedì, due giorni con i miei amici, due giorni di tentazioni.
- Prendere l'abitudine di fare un ora di camminata o cyclette tutte le mattine a stomaco vuoto, così da bruciare direttamente i grassi.
- Allontanarmi il più possibile da mia.
I miei obbiettivi verranno raggiunti, non voglio un game over per il mio futuro kiss Rox

ECCOMI COME PROMESSO

Ciao ragazze, scusate se per l'ennesima volta ho tentato di fuggire, volevo mollare anche questo, probabilmente perchè sapevo che mi avrebbe ferita stare senza il mio blog e io ho una certa adorazione per le cose che mi fanno male e non so perchè... oggi una persona mi ha raccontato la sua storia e mi ha scritto una frase, riferita a se stessa " poi ho capito che a odiarmi ero solo io". Io ho bisogno di perdonarmi per trovare pace, ma non ci riesco, preferisco farmi male.
Mi avete chiesto di non mollare il blog di dirvi quello che mi passa per la testa e ve lo dirò.
Di buono è successo che peso di nuovo 47 kg, però sto riprendendo il vizio di vomitare dopo ogni pasto, anche quando non è un abbuffata, anche se mangio solo un insalata, mi sembra sempre sbagliata, mi sento sempre in colpa, penso che se non l'avessi messa sarebbe stato meglio, inoltre vomitare molto spesso mi fa perdere l'appetito ed è quello che voglio, perdere il maledettissimo senso di fame che mi perseguita, preferisco avere sempre nausea piuttosto che fame.
Oggi vorrei andare a correre ma visto che mi ingrossa i muscoli evito, magari mi faccio un ora di camminata, sabato e domenica dovrò rimettermi a lavoro, ricominciano i lavori in casa e so che faticare mi farà venire di nuovo fame, ma farò la brava, devo per forza, lunedì e martedì starò con i miei amici, altra prova difficile, però se supero tutti questi giorni con successo, so che starò meglio e sarò fiera di me e allora potrò ritornare in carreggiata più forte di prima.
Un bacioRox

giovedì 22 luglio 2010

SOSPENSIONE BLOG

Ciao ragazze, sempre se non mi ammazzo prima, ho deciso che per qualche giorno sospenderò il blog, non sono degna di questo blog, sono una traditrice di merda e stasera mi punirò per bene, vomito lassativi e tagli, voglio vedere il sangue...
Tornerò quando quella maledetta di C, sarà messa nuovamente a tacere, quando sarò degna di chiamarmi pro ana, per ora qui non farei altro che lamentarmi e deprimermi.
Non devo autocommiserarmi ma solo punirmi e farmi male, essere severa con me stessa perchè non valgo niente, davvero niente, tradire così colei che più mi ama, colei che mi ha dato in un ano più momenti di gioia di chi ha potuto darmene in una vita, è da maledetta schifosa.
Mi mancherà il blog, ma me lo merito, devo pagare perchè sono una schifosa cicciona e lo sarò per sempre se non ammazzo C.
In ogni caso se aveste bisogno di me scrivetemi, passerò per rispondervi, per ora non posterò, non credo che una annullità come me possa essere lontanamente d'aiuto a qualcuno, però la teoria delle cose la conosco, penso di potervi aiutare comunque, ma se non vi fidate lo capisco.
Ciao ragazze a presto spero
Rox

ATTENZIONE

Ho messo un elenco di diete, so che magari farsi tutta qst mega lettura può essere un po' pesante, ma vi consiglio di sforzarvi e di leggere alcune sono interessanti e soprattutto per le novelle potrebbero essere utili.
ROX

DIETA DELLO YOGURT


DIETA DELLO YOUGURT

La dieta dello yougurt è un metodo per perdere peso, da utilizzare esclusivamente come "dieta d'urto", da seguire per una settimana al massimo, perché non è sicuramente equilibrata.
Si tratta di un regime a bassissimo apporto calorico che si concentra su un unico alimento principale, lo yougurt, associato poi anche a carne, pesce, e comunque ad alimenti ad alto contenuto proteico, a scapito dei carboidrati.
Lo yogurt è un alimento naturale derivato dalle fermentazione del latte per azione di piccoli batteri benefici chiamati fermenti lattici. questi fermenti lattici, una volta inseriti nel latte, fanno si che esso diventi yogurt.
Da questo possiamo capire che lo yogurt può essere equiparato ai fini della dieta, al latte intero. Può quindi essere consumato all'interno di una alimentazione adeguata, sana e corretta, al mattino, a colazione, e negli spuntini. Tra le sue proprietà principali, lo yogurt contiene molte vitamine, calcio e acqua. Queste proprietà fanno si che la nostra pelle abbia tutto ciò di cui abbisogna per stare in salute ed apparire più bella.


REGOLE DA SEGUIRE:
- non utilizzare la dieta dello yougurt per più di una settimana. In caso voleste ripeterla, mantenere almeno un mese di intervallo.
- In caso di eccesso di fame potete consumare un frutto oppure verdura cruda scondita come carote, finocchi, sedano.
- Si possono sostituire 3 o 4 vasetti di yougurt magro con yougurt intero oppure alla frutta.
- Cucinare carne di pollo, tacchino o coniglio ai ferri, al vapore, al forno.
- Evitare uva , banane , fichi .

REGIME QUOTIDIANO

PRIMO GIORNO
Appena svegli un bicchiere di acqua tiepida.
Colazione: una tazza di the senza zucchero, 200gr di yougurt magro.
Pranzo: Brodo vegetale e 250 gr di yougurt magro.
Merenda: 300gr. di yougurt magro, una tazza di tè senza zucchero, un frutto.
Cena: Minestrone di verdura, 300gr di yougurt magro.
Prima di coricarsi una tazza di camomilla senza zucchero e tre prugne secche.


VARIANTE per il secondo, terzo, quarto, quinto giorno:
Appena svegli un bicchiere di acqua tiepida.
Colazione: una tazza di tè senza zucchero, 20gr di yougurt magro e due cucchiai di cereali.
Pranzo: Brodo vegetale, 200gr di yougurt magro e una mela.
Merenda: una tazza di tè senza zucchero, due mandarini e 250gr di yougurt magro.
Cena: 200gr di pesce al forno o al vapore, insalata verde condita con un cucchiaio di olio e una spremuta senza zucchero.
Prima di coricarsi una tazza di camomilla senza zucchero e tre prugne secche.

Includendo in una dieta ipocalorica un buon apporto di yogurt magro, quindi, si stimola l'organismo a dimagrire assumendo poche calorie, ed eliminando gli accumuli adiposi sul ventre e sui fianchi.
Secondo i nutrizionisti, l'ideale è consumare almeno 1.000-1.100 mg di calcio al giorno, inseriti in una dieta ipocalorica da 1400 calorie.
Seguire lo schema alimentare non è difficile, anche perché è possibile variare il menù aggiungendo qualche pezzo di frutta o una manciata di cereali allo yogurt, oppure utilizzandolo come condimento per l'insalata insieme all'erba cipollina e agli aromi.

Lo yogurt, poi, non ha alcuna controindicazione, nemmeno se si è intolleranti al lattosio: durante la lavorazione lo zucchero si divide in due diverse sostanze, che non danno nessun tipo di disturbi.
L'importante è evitare gli yogurt troppo liquidi, perchè lo stomaco si svuota in fretta esponendo più facilmente agli attacchi di fame.
Si tratta dunque di una dieta disintossicante, antiossidante e buona, se seguita per pochi giorni.

DIETA GIFT

LA DIETA GIFT

Dieta GIFT significa Gradualità, Individualità, Flessibilità, Tono.
Questi sono gli aspetti principali di cui tiene presente questo regime alimentare.
Gli aspetti più significativi consistono
nell'attivazione del metabolismo, nel calmare l'attività insulinica, e nella qualità dei nutrienti.

ATTIVAZIONE DEL METABOLISMO:
Attivare il metabolismo significa mantenerlo a pieno regime nello svolgere le su e normali funzioni come:
consumare calorie, eliminare le tossine, riparare tessuti danneggiati, nel mantenerci vivaci a livello mentale e dal punto di vista fisico.

In mancanza di questa sua attività ci ritroviamo con un metabolismo pigro, che non sopperisce alle sue funzioni regolari.
Un aspetto davvero interessante da sapere, è che quando diminuiamo l'apporto calorico quotidiano, l'organismo risponde rallentando i suoi consumi, come istinto naturale di sopravvivenza. Questo è il motivo per cui solitamente, dopo avere seguito dei regimi alimentari a basso contenuto calorico per un po' di tempo, l'organismo recupera successivamente i chili persi non appena torniamo ad un consumo di calorie normale.
Per questo motivo la dieta GIFT cerca di assecondare le naturali tendenze del corpo, piuttosto che contrastarle, mantenendo alti i consumi energetici durante la giornata, distribuendo bene i pasti in modo equilibrato e attivando il metabolismo attraverso il movimento fisico.

In genere si prevede un'abbondante colazione completa, un pranzo equilibrato, ed una cena leggera. Questa distribuzione delle calorie fa si che il corpo parta a pieno regime dalla mattina, rallentando poi gradualmente verso sera, in modo da limitare l'accumulo calorico e di grasso, tipico di chi abbonda nel pasto serale, senza possibilità di smaltimento.

ATTIVAZIONE FISICA:
Il secondo e importante aspetto della GIFT, è il movimento fisico.
Svolto in modo costante, produce un'attività coerente di tutti i distretti corporei.
L'esercizio fisico migliore è quello AEROBICO.
Svolto dunque, sia in palestra, sia in attività all'aperto, come nuoto, passeggiate, bicicletta ecc ecc.
L'attività deve essere costante e graduale nel tempo, per produrre sia un adattamento corporeo, sia lo sviluppo della massa magra (muscolare), che aumenterà la nostra "cilindrata" incrementando il consumo energetico anche a riposo .

CALMA INSULINICA:
l'insulina è un ormone secreto dal pancreas che ha la funzione di regolare il livello degli zuccheri nel sangue, ed è impiegato anche nella ricostituzione delle scorte di glicogeno (zucchero che deriva dal mondo animale), cosi' come nell'accumulo di grassi di riserva.
Il suo compito dunque è quello di smorzare gli eccessi zuccherini del nostro corpo.
Quando il livello di zuccheri nel sangue è basso, il nostro cervello crea lo stimolo della fame, quando il livello è alto, viene inviato il messaggio al pancreas che interviene, producendo insulina necessaria per abbassare i livelli.
Ogni volta che ingeriamo un bel piatto di pasta, nel nostro corpo scatta l'allarme insulina, per intervenire e smorzare l'eccesso.
Succede dunque che una continua stimolazione insulinica produce negli anni il Diabete, ovvero una incapacità dell'organismo di fare fronte agli eccessi di zucchero. Mandiamo per cosi' dire in tilt le funzioni dell'insulina.
Nel momento in cui ingeriamo pasta in eccesso, l'insulina deve intervenire ad abbassare l'eccesso di glicemia. Dopo due ore però ci ritroveremo con una glicemia bassa, e avremo lo stimolo della fame che ci spingerà a mangiare di nuovo. Ma sarà una fame fasulla, che non risponderà alle reali esigenze del nostro organismo.
Un ulteriore spuntino a base di carboidrati, produrrà gli stessi effetti precedenti.

La dieta GIFT dunque mette in atto alcuni comportamenti alimentari rivolti al mantenimento della calma insulinica, provocando cosi' una inversione del processo insulinico e una riduzione del peso in eccesso.

Per realizzare questo obbiettivo la Gift prevede:
Accoppiamento proteine/carboidrati
Scelta di cibi a basso contenuto glicemico
Carico glicemico controllato
Utilizzo di carboidrati integrali
No ai cibi zuccherini raffinati
Controllo dello stress
Inoltre occorre utilizzare cibi salutari con elevate qualità nutritive, come cibi freschi, crudi e ricchi di fibre. Assumere abitudini sane di vita e di alimentazione.

QUALI CIBI SCEGLIERE?
Cereali integrali - Latticini non scremati e senza polifosfati o sali di fusione - Affettati come prosciutto cotto, crudo, bresaola, tacchino, roastbeef, ed evitare quelli conservati con nitrati o polifosfati - Frutta solo fresca e di stagione - Verdura di stagione e fresca - Carne magra, pesce, uova, anche surgelati - Legumi freschi e non in scatola - Miele e marmellate senza zucchero e da sostituire con il consumo di zucchero - Semi oleosi come noci, nocciole, pistacchi, arachidi non zuccherati ma al naturale in quanto ricchi di omega 3-6

CIBI VIETATI:
Alcolici e superalcolici - Bibite zuccherate - Farine raffinate e dunque pasta, pane e pizza, torte, ecc ecc - Prodotti zuccherati come merendine, biscotti marmellate zuccherate, cioccolata ecc. ecc.
Prodotti con grassi idrogenati, come salsine, creme da spalmare ecc. - Olio di bassa qualità come di semi vari.

PREPARAZIONE DEI CIBI CONSENTITA:
le cotture previste sono semplici e veloci, evitando soffritti, stracotti o fritture.
Evitare glutammato monopodico, cioè il dado o preparazione granulare. Evitare buste pronte o minestre conservate. Limitare il sale e ogni alimento conservato.
No ai dolcificanti e allo zucchero, ma sostituire con il miele.
Per i condimenti utilizzare olio extra vergine di oliva, limone e poco aceto.
Limitare l'utilizzo di cibi precotti come tonno, legumi e carne.

COME ORGANIZZARE I PASTI:
Nella dieta GIFT sono previsti: La colazione come pasto principale, il pranzo e la Cena come pasto leggero.
Inoltre possono essere consumati spuntini come frutta fresca, succhi di frutta o frullati non zuccherati e bevande non zuccherate.

Ogni singolo pasto prevede:

una porzione di carboidrati complessi tipo integrali come pasta, pane integrale, oppure in alternativa piselli, lenticchie, fagioli o patate. La quantità necessaria è di 60gr.

Una porzione di proteine quali: carne, pesce, uova, latticini, semi oleosi in quantità di 60 gr.

Una porzione di frutta e verdura, quali: Verdura cotta o cruda, oppure frutta fresca addolcita con miele in misura di 60gr.

Condimenti come: olio extravergine di oliva anche per cotture. Con moderazione.

Inoltre massima libertà di frutta non zuccherata e verdura non condita.
Consumare molta acqua e tisane non zuccherate.
Praticare tanto movimento aerobico.

I pareri relativi a questo regime alimentare sono davvero ottimi. La dieta si presenta molto equilibrata e sana, inoltre il movimento fisico assicura il mantenimento nel corso del tempo, e una particolare attenzione ai benefici che comporta a livello psicofisico.

DIETA ATKINS E DIETA SOUTH BEACH E DIETE DELLE 3 ORE


LA DIETA ATKINS

Il cardiologo americano Robert Atkins ideò questa dieta negli anni 70 per prevenire il diabete mellito.
Sulla Atkins sono nate molte controversie scientifiche e mediche.
Essa prevede una
drastica riduzione dei carboidrati e un aumento di proteine e grassi.
Ritenuta per diverso tempo nociva per la salute, in quanto fonte di disturbi cardiovascolari e colesterolo alto, la Atkins propone, per esempio, di iniziare la giornata con uova fritte e pancetta, mangiare un pezzo di formaggio a metà mattina ed una bella bistecca con verdure a pranzo.

Rivalutata solo recentemente, gli studi condotti hanno dimostrato che si ha un aumento del colesterolo cosiddetto buono o "HDL", che contribuisce a proteggere i vasi sanguigni.
Secondo questo regime dietetico, diminuendo l'assunzione di carboidrati (che sono il combustibile per eccellenza del nostro organismo), l'organismo utilizza le riserve di grassi come fonte di energia, contribuendo ad una
drastica riduzione del peso corporeo e della massa grassa.
In ogni organismo abbiamo una soglia di assunzione di carboidrati, se ne consumiamo in misura ridotta, l'organismo inizia a bruciare i grassi per ottenere combustibile; se ne consumiamo in eccesso, l'energia viene fornita dai carboidrati causando un accumulo di grassi e aumento del peso.

E' possibile dunque individuare per ogni persona, un livello critico di carboidrati per il mantenimento del peso. Inoltre, punta al controllo dell'insulina, per bruciare i grassi accumulati.
Essa comporta un aumento del senso di sazietà, aumenta il dispendio energetico durante la giornata grazie al livello proteico assunto, inoltre affiancata ad esercizio fisico promuove lo sviluppo della massa muscolare.

La Dieta Atkins consiste in quattro principali fasi, associate all'assunzione supplementare di vitamine, sali minerali e ginnastica.

FASE 1: Induzione
Questa fase dura due settimane, occorre evitare tutti gli alimenti ad alto apporto di carboidrati, come pasta, pane, riso, patate. La loro assunzione dovrà essere in misura di 20gr al giorno, consumando prevalentemente insalata, bistecche, pesce, uova e condimenti leggeri.
Questa fase serve per abituare l'organismo a bruciare grassi.

FASE2: Perdita del peso
Aggiungere carboidrati ricchi di fibre nutrienti in misura di 5 gr al di', fino alla perdita di peso.
In questo periodo occorre tenere d'occhio la bilancia, poiché nel momento dell'arresto del dimagrimento, occorre riprendere la diminuzione di 5 grammi al giorno fino a raggiungere un ulteriore calo di peso. L'incremento di carboidrati dovrà essere costituito da vegetali e frutta.

FASE 3: Pre-mantenimento
Aumentare l'assunzione di 10gr alla settimana di carboidrati fino ad individuare le dosi giuste per mantenere il peso.

FASE 4: Mantenimento a vita
Selezionare diversi alimenti sotto il controllo dei carboidrati come descritto sopra, che possano assicurare il mantenimento del peso nel tempo. In genere l'apporto si aggira intorno ai 60-90 grammi al giorno di carboidrati.


Menu tipo quotidiano
Colazione: Uova con bacon e un caffè.
Spuntino: Pomodori con prosciutto crudo o salmone.
Pranzo: Carne (agnello, vitello, maiale, pollo) con insalata e un yogurt.
Merenda: Formaggio con prosciutto cotto.
Cena: Pesce, molluschi o crostacei con insalata o verdure alla piastra.


SVANTAGGI DELLA ATKINS:
Un apporto cosi' ridotto di carboidrati non rispetta il fabbisogno quotidiano dell'organismo, che in genere ne consuma circa 120 gr. al giorno.
Diete ad alto contenuto proteico e minimo di carboidrati inducono a chetosi, un disturbo metabolico nel quale a causa dell'abbassamento di glucosio nel sangue, si formano sostanze chetoniche in eccesso che comportano disturbi come: Nausea, perdita di calcio, giramenti di testa, calcoli renali, affaticamento.
Altri effetti negativi della dieta riguardano un certo consumo elevato di grassi saturi, e un basso apporto di fibre e vitamine, tanto da doverli integrare in modo supplementare.
La mancanza di questo supplemento potrebbe comportare gravi patologie quali ad esempio:
Disturbi cardiaci, disfunzioni renali, osteoporosi e diabete.

Ovviamente questo regime alimentare non incontra i favori dei sostenitori della dieta mediterranea, per cui gli italiani potrebbero incontrare delle difficoltà nel seguirlo.
Per questo motivo la dieta Atkins incontra maggiori favori in America, dove è stata elaborata.
Per cercare di correggere questi problemi, qualche anno dopo, un medico americano apportò, sulla base della stessa dieta proteica, alcune modifiche che la resero più equilibrata. Si tratta della famosa:
South Beach.


DIMAGRIRE CON LA DIETA SOUTH BEACH

La south beach, divenuta molto famosa in America, fù creata dal cardiologo Arthur Agatston, medico, preoccupato per il dilagante problema "obesità" in America e le conseguenti malattie cardiovascolari e diabetiche.
Il regime alimentare, prevede una restrizione di Carboidrati, alcuni dei quali ritenuti semi-vietati, e sulla scelta del consumo di alcuni "
grassi", ritenuti salutari per l'organismo e per la loro funzione di proteggere i vasi sanguigni.
La Dieta si compone di tre importanti fasi che permettono di
perdere all'inizio velocemente peso, per poi tornare ad una fase di mantenimento graduale, evitando cosi' il solito recupero del peso.

PRIMA FASE
Prevede una drastica riduzione del consumo di Carboidrati.
Essi vengono ridotti al solo consumo di verdure a basso indice glicemico.
Sicuramente si tratta del momento più difficile del regime alimentare, ma consente sicuramente una
perdita di peso veloce. Questa fase dura due settimane.
Ognuno può cucinare secondo i propri gusti, sempre seguendo la lista dei cibi permessi.
Sicuramente bisognerà evitare alimenti come pane, pasta, riso, patate, frutta, alcolici, torte, gelati, zucchero, mentre si potranno consumare tutti i tipi di carne, latte e derivati, e verdure.
Gradualmente, nelle fasi successive, gli alimenti sopra descritti verranno reintrodotti.
In questa prima fase, in genere la perdita di peso si aggira
dai 3-5 kg, a seconda del metabolismo.
Si prevede inoltre che vengano consumati tutti i pasti previsti, e consumare molta acqua.

SECONDA FASE
Il regime alimentare prevede in questa fase la graduale reintroduzione dei carboidrati complessi, come pasta, pane, riso e cereali integrali.
La reintegrazione dovrà avvenire in maniera molto limitata come ad esempio con l'introduzione di un frutto a merenda e cereali a colazione.
Questa fase andrà seguita fino al raggiungimento del peso ideale che ovviamente dipenderà dalle condizioni iniziale di peso, della persona e dalla risposta del suo corpo alla dieta.
Ovviamente in questo periodo la perdita di peso sarà minore, più lenta, ma questo ci consentirà di ritornare ad abitudini più equilibrate e sane di alimentarci.

TERZA FASE
La fase 3 prevede che la persona abbia imparato ad alimentarsi in modo più equilibrato, per cui consiste nel portare avanti le abitudini già acquisite precedentemente.
Questo regime alimentare dovrebbe essere seguito per tutta la vita e consiste proprio nel mantenimento del peso ideale raggiunto.
Nel caso di recupero di alcuni kg, basterà riprendere "la fase uno", per almeno una settimana.

Le tre fasi, vengono previste per abituare lentamente l'organismo e la persona ad un nuovo modo di alimentarsi. Con la dieta "South Beach, è dunque possibile combinare i vari menù, secondo i gusti personali e ingerire la quantità di cibo che si ritiene necessario per saziarsi.
Verdure, carne, pesce, uova, latte ecc. sono alimenti consentiti.

Vediamo di seguito un menù tipo della South Beach:

Colazione: The o caffè e latte, o solo caffè con formaggio fresco e pomodorini a fette.
Metà mattina: Uno yogurt
Pranzo: Peperoni o melanzane al forno, ripieni con carne e verdure tritate, insalata mista con pomodoro e asparagi condite con olio d'oliva, un caffè.
Merenda: Nna meringa fatta in casa (due albumi di uovo montati a neve con dolcificante e cannella).
Cena: Zuppa di verdure, merluzzo bollito o alla piastra, uno Yogurt.

Variante:
Colazione: The o caffe, o latte e caffe' con prosciutto di tacchino e formaggio fresco.
Metà mattina: Una scatoletta di tonno con pomodoro.
Pranzo: Verdure alla piastra, filetto di vitello, the o caffè.
Merenda: Uno yogurt e un the o caffè.
Cena: Spinaci gratinati con formaggio, pollo alla piastra, una tisana.


QUALI SONO I VANTAGGI
Il regime alimentare proposto educa al consumo di carboidrati cosiddetti "BUONI ".
Essi si trovano nelle fibre, cereali integrali, verdure e frutta.
Inoltre si è verificata una dieta che propone alimenti sazianti grazie anche ai frequenti spuntini durante l'arco della giornata, evitando cosi' di farci incappare nei pericolosi attacchi di fame.
Il consumo di grassi che viene proposto riguarda in particolare gli
Omega 3, ritenuti amici protettori dei vasi sanguigni e delle arterie proteggendoci dai rischi cardiovascolari.
Inoltre, la dieta South Beach, prevede all'inizio una forte restrizione calorica che caratterizza la fase di induzione degli adattamenti metabolici necessari per favorire il consumo di grassi da parte dell'organismo e la stimolazione del metabolismo basale.

QUALI GLI SVANTAGGI
La fase uno, essendo particolarmente restrittiva, potrebbe indurre a perdere molti liquidi, dovuti al catabolismo muscolare e alle riserve glucidiche, portando così ad una diminuzione della massa muscolare e alla conseguente disidratazione.
Inoltre un altro aspetto importante, ma che non viene previsto, riguarda la mancanza di esercizio fisico, nel programma dimagrante e l'indifferenza verso il calcolo delle calorie consumate.
Questo aspetto potrebbe rivelarsi negativo, soprattutto in quelle persone che ne ignorano completamente l'importanza, poiché un consumo smisurato di quantità di cibo, potrebbe comportare un alta percentuale di calorie ingerite, che nel tempo potrebbero vanificare gli effetti della dieta.

L' aspetto negativo della South Beach consiste nel fatto che una vera perdita di grasso corporeo, definitiva, si ottiene con il corretto equilibrio di tutti gli alimenti, seguendo un regime alimentare per un tempo piuttosto lungo. Una giusta e vera perdita di peso si aggira intorno a 1-2 kili in un mese.
Gli esperti nutrizionisti dunque consigliano di seguire la South Beach solo per brevi periodo di tempo e sotto il diretto controllo degli esperti che possono intervenir, qual'ora si presentassero problematiche generali.

LA DIETA DELLE TRE ORE

E' stata ideata dal guru americano Jorge Cruise per eliminare la massa grassa senza perdere quella magra. Prevede tre pasti leggeri intervallati da spuntini. Tra l'uno e l'altro non devono passare più di tre ore con uno scarto massimo di 15 minuti.
La dieta delle tre ore non è un regime alimentare basato su un programma preciso di piatti e menu'.
Creato in America, questo programma ha permesso di raggiungere la perdita di peso di molte persone, mangiando un po' di tutto.
Il principio seguito è quello di mangiare in determinate ore della giornata, seguendo il nostro ritmo biologico e favorendo all'organismo la digestione degli alimenti, eliminando il rischio di assorbire sostanze tossiche e nocive che favoriscono l'accumulo di grasso.
Un aspetto rilevante inoltre, di questa dieta, consiste nel non mescolare alimenti di gruppi differenti.

La classificazione dei gruppi alimentari consiste in:

Alimenti concentrati:
sono tutti quegli alimenti che non contengono acqua come i carboidrati, i latticini, e le proteine.
Di questi alimenti bisogna consumarne circa 30% , mentre di alimenti non concentrati, come frutta e verdura, ne dovranno essere consumati circa il 70%.


REGOLE:
Mangiare ogni tre ore, per un totale di cinque pasti al giorno, senza sgarrare nell'orario (ritardo massimo concesso: un quarto d'ora).

• La dieta deve essere varia, nessun alimento è vietato purché si rispettino le dovute proporzioni.

• Niente bilancia per stabilire le dosi, ma il calcolo si fa in base al volume del cibo: un "cubo" di pasta, due "libroni" di frutta e verdura, un "mazzo di carte da poker" di carne, un "pollice" di formaggi e così via.

• Il principio è il seguente: se si mangia poco e spesso, si mantengono costanti i valori di insulina, l'ormone che trasporta gli zuccheri dal sangue ai depositi di grasso. Mangiando ad intervalli così ravvicinati, inoltre, si mantiene costante il livello della leptina, che è un ormone che tiene a bada l'appetito, comunicando all'organismo che è sazio.

Un'altra regola prevede che non si mangi nulla tre ore prima di andare a dormire, perché altrimenti si costringe il sistema digestivo a lavorare proprio nella fase in cui il metabolismo rallenta (quindi brucia meno calorie) e tutte le funzioni vitali dovrebbero riposarsi.

• In totale, si assumono circa 1400 calorie al giorno, ma in ogni pasto principale sono inclusi carboidrati (pasta, riso, pane, crackers), proteine (carne, pesce, legumi o formaggi), verdure e frutta a scelta, naturalmente privilegiando i frutti meno zuccherini.

• Per gli spuntini, invece, la scelta è molto varia: un frutto, uno yogurt, una barretta di cereali, qualche mandorla, un gelato piccolo alla frutta, un succo di pomodoro, ecc.

• La dieta delle tre ore non è molto restrittiva, quindi non fa perdere perdere peso troppo velocemente. Farà dimagrire gradualmente, ma proprio per questo ad essere intaccata non sarà la massa magra, come succede nelle diete troppo drastiche, ma i depositi di grasso. A giovarne sarà anche la pelle, che avrà la possibilità di adattarsi alle nuove forme, senza svuotarsi all'improvviso.

• Il beneficio infine è anche psicologico: mangiare così di frequente non dà la debolezza tipica di un regime "severo" e non ti fa sentire a dieta.

Non bisogna mai mescolare gli alimenti concentrati fra loro:

- Mai assumere proteine e carboidrati (per esempio non mangiare carne con patate, ma occorre assumere carne con verdura)
- non aggiungere proteine con proteine, per esempio: carne e formaggio
- non mescolare carboidrati con carboidrati (riso con piselli, oppure patate con pane)
- non mescolare carboidrati con alimenti acidi (arancio, limone, aceto)
- i grassi vengono permessi in piccole quantità (olio e burro) senza mai mescolarli con zucchero o miele.

MENU' TIPO:

Di mattina (dalle 6 alle 13):
Solo frutta, di tutti i tipi e senza limiti di quantità (niente caffè, pane o cereali...)
Di pomeriggio (dalle 13 alle 19):
Verdure e ortaggi sotto forma di insalata, al forno, zuppe, puré, ecc... il resto degli alimenti è proibito (puoi condire con olio).
Di sera (dalle 19 alle 6):
Carne, riso, pane, verdure, ecc... senza limiti però ovviamente senza mescolare gruppi.

I pareri sono molto positivi al riguardo, poiché si tratta di un regime alimentare equilibrato, sano, che mira a ridurre il grasso accumulato e non la massa magra. Inoltre la perdita di peso avviene in modo lento e graduale.


STO MORENDO ALLA MIA ETà

Stamattina pesavo 47.8, sto praticamente rifacendo tutto il lavoro per ritornare al mio 46 e proseguire oltre, odio lo sport, ogni volta che lo faccio, non solo mette a dura prova il mio controllo perchè aumenta il mio appetito, ma mi fa anche aumentare di peso.
Ho deciso che gli unici esercizi che farò saranno cyclette, camminata e addominali, nient'altro e non mi importa se mi affloscio, quando sarò arrivata a 40-42 rimedierò.
Sono dei giorni davvero brutti e difficili questi per me, io non voglio più avere appetito, non voglio più mangiare niente, voglio che tutto sia sotto il mio controllo e invece non lo è proprio per niente.
Ieri sera sono uscita, sono andata a una specie di concerto in un punto verde, ci sono andata solo perche sapevo che potevo bruciare calorie ballando e con la camminata di almeno un ora al ritorno.
Quando ero tra la folla, mi sono sentita così triste e così sola, con la scusa che sono claustrofobica, mi sono allontanata dal mio gruppo di amici e mi sono fatta una passeggiata, alla fine ho passato la sera da sola a pensare ancora a lui, a C, ero proprio nella sua città e avevo paura di incontrarlo. Mi sono allontanata dagli altri anche perchè il basso delle casse era troppo forte e il cuore mi faceva male a ogni battito...
Chi sono? Cosa voglio fare? Come posso agire?
Sono Rox voglio essere magrissima, non avere più fame, ma non so come agire....
Ho voglia di morire, ancora e sempre di più, sono sola a casa e la tentazione di farmi male è forte...
Ma se facessi qualcosa dimostrerei di non avere fiducia in Dio e nel suo aiuto, ma vorrei capisse che non è così, semplicemente non ho la pazienza di aspettare, di reggere quest'agonia, questo malessere, questo marcio che ho dentro...
Mi sento come se fossi morta...poche emozioni e tutte negative, tutte ignorate perchè non ho nemmeno la volontà di reagire.... mi odio, mi faccio pena, mi trovo patetica.... so di esserlo, non voglio esserlo...ma... piangere e autocommiserarmi è molto più semplice, sempre aiutata dalla musica, perennemente da poche canzoni, le stesse come Alla mia età di Tiziano Ferro
Sono un grande falso mentre fingo l'allegria,
sei il gran diffidente mentre fingi simpatia,
come un terremoto in un deserto che...
che crolla tutto ed io son morto e nessuno se n'è accorto.
RoX

martedì 20 luglio 2010

CONFUSIONE DUBBI PUNIZIONI

So ragazze che sono uno stress con questa storia, ma ho paura, odio questi 48 kg, non riesco a scendere e non so cosa fare, voglio essere una ana perfetta, voglio essere scheletrica, ossuta, voglio essere magrissima invisibile, sono disposta a pagare qualsiasi prezzo, questa è l'unica cosa certa.
Però a volte mi viene un sottile dubbio.
Una mia amica mi ha detto - Tu ti devi perdonare - lei ha capito che io mi odio ed è così io mi odio e allora forse desidero farmi del male e a volte penso che forse Ana è per me un modo per farmi del male, perchè se fosse un modo per amarmi, visto che non mi amo affatto forse nn starei con lei...chiarisco subito che non penso che Ana faccia male, mai l'ho pensato e mai lo penserò, però ho sempre detto che se si esagera allora può far male e io forse ho voglia di esagerare. Ho voglia di farmi del male, desidero tagliarmi, per punirmi, è l'unica punizione efficace con me, oggi ho tradito, più di 500 kcal, che vergogna!!!
Ana è l'unica che mi da un po' di felicità e io la tradisco faccio schifo, le mie sofferenze sono solo colpa mia.
Il mio menu di domani, visto che per motivi economici non posso seguire la dieta scarsdale sarà
Colazione: Caffè 40g prugna 17 kcal
Pranzo: 200g zucchine bollite 22kcal
Merenda: 80g prugne 34 kcal
Cena : lattuga 100g 19 kcal
Tot 92 kcal
Un bacio Rox

DIETA DI MANTENIMENTO SCARSDALe


Da seguire x 14 gg.
PRIMA COLAZIONE-TUTTI I GG:
1 frutto
2 fette biscottate con un velo di marmellata o
caffè e the senza zucchero o con dolcificante.
LUNEDI (o primo gg di dieta)
PRANZO.
1 confezione di formaggio tipo jocca.
insalata di spinaci o altre verdure con un cucchiaio scarso d'olio
1 fetta di pane integrale
caffè o the
CENA.
1/4 di tazza di riso bollito, preparato con zafferano (se preferite) + gamberetti poco conditi
1 insalata mista, condita il meno posssibile.
MARTEDI. (o secondo gg)
PRANZO.
macedonia di frutta fresca a volonta'.
caffè o the.
CENA.
abbondante vitello o pollo arrosto senza grasso alla griglia, senza nè burro nè margarina
insalata di verdura.
MERCOLEDI. (terzo gg)
PRANZO.
insalata di tonno o salmone condita.
2 fette di pane integrale
frutta
caffè
CENA.
Pesce alla griglia
Insalata mista
GIOVEDI. (4rto gg)
PRANZO.
2 uova cotte a piacere tranne che fritte.
insalata mista a volontà
2 fette di pane integrale
CENA.
30 GR di pasta condita con meno olio possibile
petto di pollo alla griglia
verdure poco condite.
VENERDI. (5nto gg)
PRANZO.
formaggi assortiti, tutti quelli magri.
insalata mista.
frutta.
CENA.
pesce alla griglia
verdure miste.
SABATO. (6sto gg)
PRANZO.
frutta a volontà.
caffè o thè.
CENA.
carne magra alla griglia.
verdure miste.
1 frutto.
DOMENICA. (7mo gg)
PRANZO.
carni magre alla griglia, a volontà
insalata mista.
2 frutti
CENA.
formaggio tipo jocca
verdure
2 fette di pane integrale.
scarsdale base e di mantenimento

DIETA MIRACOLOSA ECCO TUTTO CIò CHE HO TROVATO + LE TESTIMONIANZE

La dieta Scarsdale



La Dieta Scarsdale fu ideata intorno agli anni ‘70 dal Dr Tarnover con lo scopo di curare i suoi pazienti cardiopatici. Poichè prevede uno scarso apporto calorico, questa dieta deve essere seguita per periodi brevied è criticata da molti dietologi; tuttavia, per la sua semplicità e per i buoni risultati che permette di ottenere in breve tempo, continua ad avere un discreto successo.

dimagrire

Secondo il Dr Tarnover chi segue la dieta scarsdale dovrebbe dimagrire mezzo chilo al giorno, fattore che in alcuni casi non viene verificato.

Tale dieta si basa sul principio della separazione tra macrogruppi alimentari, che porta ad un dimagrimento rapido, a discapito (ovviamente) della massa magra. Inoltre, va precisato che questo tipo diperdita di peso espone allo spiacevole “effetto yo-yo” con un immediato aumento di peso se si sospende la dieta e non si segue un adeguato programma alimentare.

La dieta scarsale seguita per lunghi periodi di tempo espone l’organismo a seri rischi, in quanto il programma non prevede l’apporto di acidi grassi essenziali, i latticini sono scarsi e alcuni pasti sono del tutto privi di proteine.

Ciò può portare a carenze di vitamine, di sali minerali e alla produzione di scorie azotate che possono provocare problemi ai reni. Inoltre, l’aumento dell’acidità del sangue può portare alla produzione di chetoni, dannosi per l’organismo e dovuti alla scarsità di zuccheri.

Se seguita per due settimane la dieta scarsdale non provoca nessuno squilibrio nutrizionale, poichè gli apporti di vitamine, sali minerali e proteine sono sufficienti.

LA DIETA

Ecco un esempio di un programma dietetico di tipo scarsdale.

dietaaa

Tutti i giorni:

Colazione: caffè o the senza zucchero, mezzo pompelmo e una fetta di pane integrale.

Lunedì

Pranzo: carne bianca e pomodori.
Cena: pesce magro o crostacei, insalata mista, una fetta di pane integrale e frutta.

Martedì

Pranzo: macedonia di frutta fresca nella quantità desiderata, caffè o the senza zucchero.
Cena: un hamburger magro con abbondante contorno di verdure, caffè o the.

Mercoledì

Pranzo: insalata di tonno condita con limone o aceto, frutta fresca di stagione, caffè o the.
Cena: agnello arrosto, insalata preparata con lattuga, pomodori, sedano e cetrioli; caffè o the.

Giovedì

Pranzo: due uova cotte senza grassi, formaggio magro, zucchine o cavoletti di bruxelles o pomodori, una fetta di pane integrale, caffè o the.
Cena: pollo arrosto o alla griglia, spinaci, peperoni, fagiolini o pomodori.

Venerdì

Pranzo: formaggio magro con spinaci, una fetta di pane integrale, caffè o the.
Cena: pesce o gamberetti, insalata mista, una fetta di pane integrale.

Sabato

Pranzo: macedonia di frutta fresca, the o caffè.
Cena: pollo o tacchino arrosto, insalata di pomodori o lattuga, frutta fresca di stagione.

Domenica

Pranzo: pollo o coniglio arrosto, pomodori, carote, cavolo cotto o cavolfiore, frutta di stagione, caffè o the.
Cena: vitello arrosto, con insalata di lattuga, cetrioli, sedano, zucchine e pomodori.