martedì 11 maggio 2010

LA DISCESA

La discesa

sto combattendo
una battaglia personale,
la sto perdendo,
avevo toccato il fondo ma adesso scendo... le scale
non fatemici pensare,
dopo l'ultimo gradino ho iniziato a scavare!
se per far sparire un dolore
ce ne vuole uno più grosso
allora sparatemi pure
perché io ho la solitudine addosso...
e ghiaccio dentro questo fosso

Ho trovato questa poesia sul web, mi si addice, come un vestito aderisce sul mio corpo, come un tatuaggio ne resta impresso...
Sto male,
non so nemmeno più io il perchè...
Mia sorella non fa che ripetermi quanto mi invidia per quello che ho, non fa che dirmi che sono fortunata, che sn tante le persone che mi amano ecc... e non capisce il vuoto che c'è in me.
Non lo capisco nemmeno io, ma so che c'è, c'è e fa male, brucia come una ferita sulla quale è stato gettato sale ed è come se ogni giorno questo sale lo sfregassero ancora più forte..
Io nn ho voglia di vivere ancora, io voglio morire, sola, libera di andarmene senza la colpa di aver ferito qualcuno, ma se questo è impossibile, allora chiedo di vivere come voglio io, con le mie 200 kcal al giorno, con la mia bilancia, la mia cyclette, la mia dieta, il mio blog la mia Ana...
sto male e temo che nn ne uscirò mai...
Niente mi soddisfa, niente mi fa felice...
Soffro

Nessun commento: