martedì 20 aprile 2010

RADICATA AL SUOLO

Il mondo intorno a me sembra andare avanti, tutti fanno qualcosa, chi prende la patente, chi la maturità, chi lavora, chi si innamora...e io?
Io sono radicata al suolo in un punto fermo dal quale non riesco a muovermi perchè nemmeno io so in che direzione andare. Ma il suolo sotto ai miei piedi e fragile e pian piano si sta sgretolando portandomi sempre più giù e io cerco di urlare e chiedere aiuto, ma la voce sembra non voler uscire dalla mia bocca, intrappolata proprio come me in questo mondo dove nessuno mi vede, nessuno si accorge di come sto.
A volte qualcuno è in dubbio, ma sono diventata così brava a mentire che smentisco subito ogni sospetto.. e pensare che qualche anno fa se tentavo di mentire arrossivo, diventavo paonazza, la verità era stampata su di me... ma anche questa mia caratteristica mi ha abbandonata.
Io sto bene, questo è quello che devono pensare tutti, eh già perchè se sto male non è colpa loro, non è colpa del mondo e del modo in cui vivo no, subito è colpa di Ana.
Ma Ana in realtà in tutto questo non c'entra, io sono depressa e per me l'unico appiglio è Ana.
La voglia di morire si fa sempre più forte e ho paura di perdere il controllo, ma non perchè temo di morire, ma perchè uccidere me equivarrebbe a uccidere mio fratello e io non posso fargli questo....
Oggi mi sento una balena, sono sicura che domani peserò di più...
per oggi ho preso solo 120 kcal però non lo so, mi sento comunque pesante...
In ogni caso se domani pesassi ancora uguale o peggio di più mi nutrirò ancora meno...
Non posso reggere ancora tutto questo schifo di peso addosso.
Mi fa schifo il grasso, mi fa schifo la ciccia, mentre adoro le ossa, adoro i corpi asciutti e perfetti, questa è la perfezione e io sn ancora troppo lontana...
Ma ci arriverò ho venduto l'anima ad Ana e lei mi darà ciò che mi spetta

Nessun commento: