domenica 18 aprile 2010

L'ora giusta per dimagrire

Per mantenersi in forma, oltre al valore calorico, è importante anche il momento della giornata in cui gli alimenti vengono consumati. Gli stessi cibi vengono assimilati dall'organismo in modi diversi. Di sera si consuma meno energia, e non solo perché si smettono le attività: durante la giornata, parte delle calorie ingerite viene bruciata dal meccanismo stesso della digestione. Ma già dal pomeriggio, questo fenomeno si riduce: l'organismo, per digerire lo stesso piatto di risotto, brucia meno calorie rispetto al pranzo. È una ragione in più perché i carboidrati (pasta, pane, riso, dolci), carburante per eccellenza, vengano consumati nella prima parte della giornata, fino alle ore 14-15. Durante il sonno, la pastasciutta si trasforma in grassi di deposito, invece di essere bruciata come combustibile. È opportuno quindi cenare con cibi proteici (carne, pesce, uova, formaggi) che, tra l'altro, stimolano la produzione del GH, l'ormone della crescita, che negli adulti aiuta a mantenere efficienti i muscoli e a ridurre i grassi. Il risveglio è invece il momento d'oro per i golosi: perché è l'ora più giusta per consumare dolci, la marmellata, il miele, il cioccolato. Vengono assorbiti subito, e danno una sferzata d'energia essenziale per affrontare la giornata.

Ma noi Ana non ci abbuferemo con quella merda di mattina, ci basterà se proprio vogliamo esagerare mezzo cucchiaino di zucchero o dietor nel caffe

Nessun commento: