mercoledì 31 marzo 2010

RISPOSTA PER IL MIO FUTURO? IL NIENTE

Oggi mi sento sola,
anche un po' colpevole;
colpevole di non essere capace di farmi amare da qualcuno, esclusa la mia famiglia, perchè si sa la famiglia in linea di massima ti ama a priori...
Eppure sento che un giorno mi odieranno anche loro,
mi abbandoneranno o forse no, forse li odierò io e li abbandonerò io, perchè il loro amore non mi basta non mi sazia, a volte mi soffoca soltanto, loro mi obbligano. Mi obbligano a vivere e io molto spesso non ne ho voglia; non ho voglia di lottare, combattere e impegnarmi per raggiungere chissà quale scopo. Un futuro? Ma che cazzo ne so io di cosa voglio fare per tutta la vita? Non so nemmeno cosa voglio fare tra un'ora. Lottare per vivere bei momenti? Tutte illusioni che poi vanno via. Lottare per l'amore? Ma chi ci crede nell'amore? Io di certo no, dopo un po' so che tradirei o verrei tradita, non sono una persona responsabile alla lunga le cose mi stufano, mi annoiano gli impegni e poi divento noiosa io o non lo so, ho qualcosa che non va che allontana ogni uomo mi si avvicini. Ci sono gli amici, li amo, sono il mio unico scrupolo, ma poi penso che a vivere cosi gli faccio solo piu male, sono un peso, sarebbe meglio se io non ci fossi ma loro ovviamente nn lo capiscono o non vogliono capirlo.
In tutto questo un unica consolazione, Ana, un unico obbiettivo essere magrissima, quella non sarà un illusione, ne una cosa di cui mi stancherò, ne una responsabilità, ne qualcosa che non mi merito, anzi sarà la dimostrazione del mio impegno, della mia forza, della mia tenacia, che qualcuno ha ucciso ma che Ana mi ha ridato.

Nessun commento: